you reporter

VENETO

Un agricoltore sparge mais avvelenato commettendo una strage di animali protetti

“IL WWF è consapevole dei problemi che vivono gli agricoltori e da sempre opera al loro fianco, per giungere a vere, strutturali e durature soluzioni ma la giustizia fai da te non può mai essere giustificata”

Un agricoltore sparge mais avvelenato commettendo una strage di animali protetti

In un’area agricola in provincia di Verona, un agricoltore ha sparso un’enorme quantità di mais avvelenato (si parla di circa due ettari), probabilmente con l’obiettivo di uccidere le nutrie.

La presenza di una tale disponibilità di cibo, in un periodo difficile come quello invernale, ha però attratto numerose specie animali che, dopo averlo ingerito, hanno inesorabilmente perso la vita.

L’agricoltore è stato denunciato per avvelenamento e disastro ambientale.

Dante Caserta, il Vice Presidente del WWf Italia commenta l’episodio affermando quanto segue: “Questo episodio è gravissimo ed è frutto di una cattiva gestione del rapporto tra l’agricoltura e la fauna selvatica. Alcune associazioni di categoria, pensano che gli animali “nocivi” debbano essere eliminati nel modo più rapido, anche utilizzando veleni, pesticidi o altri prodotti chimici che inquinano l’ambiente e compromettono la salute umana. Questo approccio tuttavia, nuoce principalmente allo stesso settore agricolo perché non solo non porta alla risoluzione dei problemi che possono essere determinati dalla presenza di fauna selvatica, ma determina l’azzeramento della biodiversità che è essenziale, anche per l’agricoltura. Il WWF è consapevole dei problemi che vivono gli agricoltori e da sempre opera al loro fianco, per giungere a vere, strutturali e durature soluzioni ma la giustizia fai da te non può mai essere giustificata”.  

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl