you reporter

Vaccini

L'Italia non ce la fa, e San Marino fa tutto da sola

Le dose che per contratto dovevano arrivare dall'Italia non si sono viste. E la piccola Repubblica ha puntato sullo Sputnik russo

L'Italia non ce la fa, e San Marino fa tutto da sola

L'arrivo del vaccino Sputnik a San Marino

24/02/2021 - 11:20

La Repubblica di San Marino aveva un accordo con l'Unione Europea (tramite l'Italia) per ricevere da gennaio in poi una dose di vaccino Pfizer ogni 1.700 consegnate al nostro Paese.

Dall'Italia però non è ancora arrivato niente; le vaccinazioni sono al palo e dunque la piccola Repubblica ha deciso di fare da sola e facendo valer4e la propria autonomia ha acquistato le prime 7mila 500 dosi di Sputnik, il vaccino russo.

Vaccino che -a quanto pare - prima o poi verrà autorizzato anche da Ema e Aifa (un'autorizzazione che per San Marino, che ha un proprio ministero della Salute e si avvale della consulenza dello Spallanzani, non è necessaria e non ha validità).

Insomma, mentre Pfizer e Astrazeneca tagliano le forniture all'Italia e all'Europa (per mandare i vaccini altrove, a quanto pare), in Europa c'è chi inizia a fare di testa propria.

Se non arriverà la fornitura attesa dall'Italia, dopo le 7mila 500 dose San Marino ha già ottenuto dalla Russia la garanzia che ne arriveranno in quantità necessaria a vaccinare tutta la popolazione (circa 30mila abitanti) prima dell'estate.

Senza contare che, come sempre, da cosa può nascere cosa. E San Marino - dove da sempre si possono acquistare anche farmaci non autorizzati Aifa ed Ema - ha anche una propria industria farmaceutica di valore assoluto, che potrebbe fiutare l'affare... 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl