you reporter

LA POLEMICA

“La mascherina all’aperto è inutile”

“Ho un certificato medico che mi autorizza a comportarmi così”. Poi l'annuncio a Montecitorio: "Ho un tumore"

“La mascherina all’aperto è inutile”

24/03/2021 - 11:30

“Le vostre polemiche sono la prova che avete rinunciato a ragionare”. Non è tardata ad arrivare la risposta di Vittorio Sgarbi che, giunto lunedì a Badia Polesine, è stato informato del fatto che la sua precedente visita in città ha destato diverse polemiche a causa del suo mancato utilizzo della mascherina. Il noto critico d’arte, con un video postato sui social ieri mattina, ha quindi voluto rispondere direttamente ai polesani (e non solo) che hanno criticato la sua visita serale senza dispositivo di protezione di qualche settimana fa. Intanto, poche ore dopo durante una seduta a Montecitorio, Sgarbi ha fatto la medesima richiesta, di poter parlare senza mascherina, con un annuncio choc: "Mi hanno diagnosticato un tumore".

“A Badia Polesine è nato mio padre - ha esordito Sgarbi invece nel video su Facebook - nella mia ultima visita di ieri (lunedì, ndr), il sindaco mi ha detto che sono sorte diverse polemiche perché l’altra volta ero senza mascherina. Ma una polemica perché? Eravamo in quattro persone, io ho avuto il Covid, quindi non posso né prenderlo né contagiare. All’aperto, poi, chi la porta ha un contagio più grave, quello alla testa, perché rinunciare all’aria aperta, al sole, al respiro per chiudersi la bocca è comunque non sano. All’aperto, anche il Dpcm dice di avere sempre con sé la mascherina ed indossarla soltanto se ci si avvicina troppo ad una persona. Ma la vostra polemica con me e con il sindaco - aggiunge poi rivolgendosi direttamente ai badiesi - dipende dal fatto che avete deciso di rinunciare a ragionare. Portare la mascherina all’aperto o guidando la propria automobile è una forma di totale mancanza di spirito critico. Se ti impedisci di respirare l’aria aperta ti fai un danno, ce lo insegnavano i medici da bambini: l’aria aperta, la corsa, il sole portano salute. Quindi non ho fatto nulla che non fosse giusto, non mi sono preoccupato, e quando ho sentito che ci sono stati degli attacchi sui social mi sono detto ‘perché?’; non c’era nessun rischio, nessuno si è contagiato, io non potevo contagiare, eravamo in gran parte all’aria aperta, per cui vi prego, cittadini della città di mio padre, riprendete a ragionare. Non dovete uscire pazzi da questa vicenda, ma sani e con la mente lucida. Non portate la mascherina all’aperto! In tasca ho anche un documento dove i medici mi scrivono che io abbia la disponibilità di continuare la mia vita da persona che usa la testa e non si fa piegare da misure sbagliate”.

In una mail, i medici del Sant’Orsola hanno infatti dato a Sgarbi il loro “personale appoggio in favore di un atteggiamento razionale, pragmatico e scientifico. E lo dicono dei medici che si occupano del cancro. Siete voi a sbagliare, non io - continua Sgarbi - e chi la porta si danneggia, e chi fuma si danneggia, chi respira l’aria libera non fa altro che quello che la sua salute chiede. La mia battaglia è culturale, perché politica e cultura vanno insieme, e se non si usa la testa, non c’è neanche politica. Il Dpcm inoltre non può limitare la libertà personale di muoversi, questo è contro la libertà, contro la Costituzione, contro i diritti, e se non lo capite, continuate a farvi male da soli. Io non vi faccio male, cerco di riportarvi all’uso della ragione. Il contagio della mente è il virus peggiore”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl