you reporter

LA PSICOLOGA

“Dad, grande occasione... persa”

L’esperta rodigina, Alessandra Tozzi: “Abbiamo chiesto ai ragazzi dei sacrifici inutili”

“Dad, grande occasione... persa”

25/03/2021 - 12:08

Il tema della didattica a distanza è oggetto di discussioni e confronti quotidiani, soprattutto nell’ottica del futuro scolastico. Da una parte, genitori con figli a casa e perciò impossibilitati a muoversi, problemi di connessione, relazioni limitate e ragazzi estenuati. Dall’altra, la considerazione che la Dad aiuta ad imparare ad utilizzare strumenti indispensabili per il futuro, oltre che rappresentare una risorsa preziosa per il risparmio di tempo. Alessandra Tozzi, nota psicologa dell’età evolutiva rodigina, analizza la questione mettendo al centro la vita dei ragazzi e delle ragazze che si ritrovano ad essere inascoltate vittime di scelte per il futuro.

Dottoressa Tozzi, la Dad è la soluzione per contrastare l’impennata di contagi?

“La famigerata didattica a distanza non può rappresentare la soluzione alla crescita della curva epidemiologica. Da una ricerca svolta su 7,3 milioni di studenti appare chiaro che non sono i ragazzi ed i bambini tra i banchi ad infettare il Paese. Eppure gli studenti sono a casa. Tre lunghe settimane - per ora - dopo un anno di incertezza e precarietà, di isolamento sociale e di richiesta di sacrificio. A fronte di un indice di contagio inferiore all’1%, nei locali scolatici, le scuole sono state tutte chiuse”.

L'intervista completa nella "Voce di Rovigo" di giovedì 25 marzo

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl