you reporter

UNIVERSITA’

L’alta formazione targata Cur

Prioritaria la situazione degli alloggi per studenti in pieno centro, con l’avvio dei corsi al Celio

L’alta formazione targata Cur

28/03/2021 - 12:30

L’idea di un grande polo universitario di alta formazione, legato alle professioni della logistica (e non solo...) e la lente puntata sul mercato degli affitti per studenti nel centro città. Sono stati questi i punti focali dell’incontro, organizzato dal Forum dei cittadini - lista civica che supporta direttamente il sindaco Edoardo Gaffeo - e aperto all’assemblea e ad uditori esterni, sul ruolo del Consorzio Universitario di Rovigo e i programmi di attività dei nuovi organi di gestione del consorzio. L’incontro, che ha visto la partecipazione del vicesindaco e assessore alla cultura Roberto Tovo e del presidente del consiglio di amministrazione del Cur Diego Crivellari, è stato introdotto da Federico Saccardin e coordinati da Marco Chinaglia (componente del comitato tecnico-scientifico del Cur).

Tovo ha ribadito l’importanza strategica per il Cur e per la città stessa dell’arrivo a settembre del corso di laurea magistrale in ingegneria idraulica (con lezioni tenute in lingua inglese) negli spazi di palazzo Celio-Innovation Lab e, di conseguenza, dell’importante necessità di creare una rete di alloggi per gli studenti. Sollecitato da Marco Chinaglia, Tovo ha inoltre ricordato che a Rovigo è stato istituito un Its per la logistica, facendo presente che è possibile l’istituzione anche di altri Its in settori professionalizzanti e la possibile interazione tra questo percorso post diploma con le attività economiche e le altre entità culturali della città. Il Cur potrebbe svolgere un ruolo specifico affiancando all’università questo nuovo ed importante settore di alta formazione in grado di creare professionalità facilmente inseribili nel modo del lavoro.

Crivellari, rimarcando la completa sintonia tra i nuovi membri del cda, ha condiviso le sfide menzionate dal vicesindaco, ed ha ribadito la necessità non solo di fare ulteriore rete locale e territoriale, ma anche di implementare le politiche di promozione delle attività universitarie, sottolineando come si stia comunque lavorando per organizzare una ripartenza adeguata post Covid a settembre. Enrico Buoso (componente del cda del Cur), ha confermato il clima di totale comunione di intenti e di condivisione di idee all’interno del Consiglio, ricordando che, nonostante il periodo di stallo dovuto alla pandemia, molte sono le attività (come affermava anche Crivellari) messe in moto nelle ultime settimane o che partiranno nelle prossime: la serie di incontri “Colazione al Cur”, il partenariato con il Comune nel progetto “Rovigo città che legge”, la possibile istituzione di un gruppo sportivo tra gli studenti universitari, una possibile attuazione di “buone prassi” legate al tema della sostenibilità ambientale, eccetera. Buoso ha proposto anche di provare ad intercettare i bisogni delle comunità straniere presenti a Rovigo, vista la linea di apertura a studenti non solo italiani del nuovo corso di laurea di ingegneria.

Durante il dibattito seguito agli interventi, si è ridiscussa la necessità di facilitare la ricerca di alloggi per gli studenti stessi all’interno della città, anche attraverso convenzioni con privati o agenzie immobiliari: si creerebbe un consolidamento della presenza universitaria a Rovigo e si offrirebbero servizi a questo importante settore, rendendo la città sempre più appetibile e vivibile anche per i giovani studenti che vogliono crearsi un progetto di vita nella nostra città In conclusione Saccardin, esprimendo una positiva valutazione di quanto emerso nell’incontro, ha affermato che si tratta di una prima iniziativa e ha ribadito che il Forum è fortemente interessato allo sviluppo della presenza universitaria in città ed al rafforzamento del ruolo e delle attività del Cur come indicato anche nel programma con cui si è presentato alle ultime elezioni comunali.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl