you reporter

CONFINDUSTRIA

La sostenibilità in un “Manifesto”

Il documento è stato redatto da Confindustria Venezia Rovigo in collaborazione con l'associazione Kyoto Club

La sostenibilità in un “Manifesto”

Ventuno punti, un “alfabeto” sotto il segno della sostenibilità. Il documento chiamato “Manifesto per la Sostenibilità” è stato redatto da Confindustria Venezia Rovigo in collaborazione con l'associazione Kyoto Club, ed è stato condiviso con i principali attori del territorio. Il fine è quello di promuovere comportamenti coerenti con gli obiettivi dell’Agenda 2030, un programma d’azione che coinvolge i 193 paesi membri delle Nazioni Unite. Il “Manifesto”, primo in Italia nel suo genere per una territoriale di Confindustria, costituisce una dichiarazione pubblica di assunzione di responsabilità. L’associazione esprime l’impegno di tutto il sistema imprenditoriale rispetto alla sfida della transizione ecologica in corso: coniugare lo sviluppo industriale con la tutela sociale ed ambientale.

Nel documento trovano spazio, tra i vari temi, la cultura e le tradizioni del territorio veneziano, la vocazione all’innovazione. Il rispetto dei diritti umani, della dignità nel lavoro e della parità di genere, la non discriminazione, il ruolo della formazione, l’impegno a condividere una comune visione del futuro. Il “Manifesto” è completato dall’“Alfabeto delle imprese sostenibili” che in ventuno punti esplicita e declina il concetto di sostenibilità. “Sostenibilità”, parola a volte abusata o comunque non concretizzata con i fatti veri e propri. Questo “Manifesto” si pone, invece, la priorità di mettere sul campo azioni pratiche e tangibili come sottolineano le parole del presidente di Confindustria Venezia Rovigo, Vincenzo Marinese: “Questo territorio rappresenta un’eccellenza a livello europeo. Un tema come la sostenibilità deve essere trattato, oltre all’aspetto ambientale, anche in quello sociale ed economico. Per lo sviluppo di questo aspetto c'è bisogno che, nel territorio, tutti gli ‘attori’ lavorino in maniera sinergica e stiamo proprio andando verso questo percorso condiviso”.

Al documento hanno aderito diverse Istituzioni, tra le quali la Camera di Commercio di Venezia Rovigo, l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale, il Comune di Venezia, Ca’ Foscari, Iuav e la Fondazione Giorgio Cini. A prendere parte alla videoconferenza era presente anche Massimo Zanon, Presidente Camera di Commercio di Venezia Rovigo, che ha affermato: “La sostenibilità ambientale è una nuova grande sfida che investe le vecchie come le nuove generazioni. La sostenibilità per un’impresa vuol dire ottenere nuovi vantaggi: aumentare l’efficienza, ridurre i costi, utilizzare in maniera più razionale le risorse a disposizione. Ambiente e sostenibilità sono per la Camere di Commercio temi sui quali da tempo siamo impegnati con servizi innovativi ambientali a supporto delle imprese destinati ad accelerare la duplice transizione verde e digitale”. Il progetto si svilupperà anche con iniziative informative, formative e di coaching per supportare le imprese in tale percorso virtuoso. Il primo incontro “2030: clima, efficienza energetica ed energia, obiettivi Ue” si terrà domani, 8 aprile, alle 9.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl