you reporter

Coronavirus

"Aperture anche con scenari ad alto rischio"

L'assessore regionale Lanzarin annuncia l'impegno delle regioni per garantire le aperture in ogni circostanza

"Aperture anche con scenari ad alto rischio"

15/04/2021 - 15:49

"Le regioni si sono impegnate a fornire, aggiornare e semplificare le linee guida per le riaperture decise un anno fa: abbiamo avuto mandato per valutare le linee guida per palestre, piscine, ristorazione, cinema e teatri; l’idea è di dare al ministero e agli organi competenti queste linee guida per anticipare, le riaperture". Lo ha annunciato l’assessore alla Salute del Veneto, Manuela Lanzarin, nel corso del punto stampa della Regione. L’assessore veneto ha sottolineato che "per quanto riguarda la ristorazione si prevede l’attività il più possibile all’aperto e se al chiuso con finestre e porte aperte per l’areazione, la distanza di un metro tra i tavoli, e due metri se lo scenario epidemiologico è ad alto rischio; la mascherina va sempre usata, e si leva solo seduti al tavolo, la misurazione della temperatura all’ingresso, prenotazione online e lista per 14 giorni dei clienti, oltre ad altre misure di igienizzazione".

Per palestre e piscine viene prevista la temperatura all’ingresso, l'igienizzazione, la distanza di due metri durante l’attività fisica. Per cinema e teatri si prevede distanza di un metro e obbligo della mascherina, due metri con mascherina a discrezione e non viene riportata la capienza. "Le linee guida prevedono l’apertura anche in scenari ad alto rischio, come una attività di screening e di testing per gli avventori ed anche con l’utilizzo dell’autosomministrazione" ha aggiunto l'assessore Lanzarin. Le linee guida poi "verranno presentate al ministro della Salute e al ministro per i Rapporti con le Regioni". L’assessore veneto ha sottolineato quindi che "con un’azione mirata potrebbero restare aperte alcune attività anche in situazioni ad alto rischio. D’altra parte è quanto sta studiando anche il governo per cui non si parla di più di aperture e chiusure ma di capire di come riuscire a tener aperte le attività anche con scenari di rischio: è una proposta da valutare". Mentre nel corso della conferenza delle regioni "non si è parlato di un prolungamento degli orari serali, aspettiamo di capire le indicazioni a livello nazionale".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl