you reporter

CONFERENZA DELLE REGIONI

Ecco le linee guida per gli eventi

Assoeventi commenta: "Adesso aspettiamo con fiducia l’ultimo responso positivo del Cts e del ministro Gelmini"

Ecco le linee guida per gli eventi

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome presieduta da Massimiliano Fedriga, nella seduta del 28 aprile, ha approvato le “Linee guida per la ripresa delle attività economiche e sociali”. Il testo è stato inviato al premier Draghi e ai ministri Speranza e Gelmini. I settori interessati sono la ristorazione e le cerimonie, le attività turistiche e ricettive; cinema e spettacoli dal vivo; piscine termali e centri benessere; servizi alla persona (acconciatori, estetisti e tatuatori); commercio; musei, archivi e biblioteche; parchi tematici e di divertimento; circoli culturali e ricreativi; congressi e grandi eventi fieristici. Le linee guida ribadiscono massima attenzione all’igiene, alle distanze di sicurezza e all’utilizzo di dpi. Si insiste sull’importanza di areare i locali. Si consiglia di prediligere soluzioni digitali, dal menù al pagamento.

Indicazioni anche sulla disposizione dei tavoli: almeno 1 metro di separazione tra i clienti di tavoli diversi negli ambienti al chiuso (estendibile a 2 metri in base allo scenario epidemiologico di rischio) e di 1 metro di separazione negli ambienti all’aperto (giardini, terrazze, plateatici, dehors), ad eccezione delle persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggetti al distanziamento interpersonale. Via libera anche ai buffet, ma con personale adibito al servizio. L’utilizzo dei guardaroba è concesso, ma solo se adottati sacchetti che isolino gli oggetti personali e i capi di abbigliamento. Michele Boccardi, presidente di Assoeventi, l’associazione di Confindustria dei settori Events, Luxury e Wedding ha commentato: “Il settore sta attraversando una crisi drammatica, con un crollo dei ricavi del 90% nel 2020 rispetto al 2019”. “Adesso aspettiamo con fiducia l’ultimo responso positivo del Cts e del ministro Gelmini - aggiunge Boccardi - affinché le imprese e i professionisti del settore, le coppie, le famiglie possano avere certezza sul loro futuro, perché i matrimoni e le cerimonie private necessitano di una programmazione che va abitualmente dai 6 ai 12 mesi. Serve una data per la riapertura e serve ora".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl