you reporter

Il 2 maggio si festeggia la Giornata Mondiale del Tonno, un modo per sensibilizzare sul valore di questo alimento

Giornata Mondiale del Tonno Airone Seafood

30/04/2021 - 10:49

Una corretta educazione passa anche da quello che mettiamo nel carrello della spesa. Quanto tempo dedicate a leggere le etichette? Il mondo moderno è caratterizzato dalla fretta, ma una buona educazione mentre scegliamo gli alimenti con cui decidiamo di nutrirci dovrebbe essere il primo fondamentale passo per diventare più consapevoli.

C’è anche questo alla base della decisione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite di dedicare il 2 maggio al tonno. Rivolgere l’attenzione per un giorno su un alimento come il tonno, la dice lunga sul suo valore anche in ambito economico e culturale.

Il tonno ha pochissimi scarti di lavorazione, è per questo che spesso viene definito “il maiale di mare”. Lo si può consumare fresco o in scatola, nelle versioni sott’olio o al naturale. Nel corso dei secoli ha fatto parte dei migliori ricettari della storia della gastronomia italiana. Il tonno è addirittura citato dal gastronomo  Bartolomeo Sacchi che nel 1475 scrisse in De Honesta Voluptate et Valetudine: “Dopo averli catturati, si tagliano a pezzi e sono ottimi da mangiare dal capo all’addome. I tonni si conservano sotto sale e nei giorni di digiuno si mangiano in luogo degli altri alimenti”.

Una porzione da 100g di tonno sott’olio, apporta circa 250 kcal. Lo si può consumare nelle insalate, o come un gustoso primo piatto, tanto da conquistarsi un ruolo d’onore nella sua versione con gli spaghetti, ma è talmente una garanzia di successo che anche i meno esperti ottengono risultati sorprendenti. 

Quali sono le caratteristiche del tonno? E’ ricco di omega-3, vitamine e sali minerali. Questo apporto resta inalterato sia se viene consumato fresco che in scatola. Il tonno contiene iodio, potassio, ferro, fosforo e vitamine del gruppo B, molto indicato per chi fa sport: 7 italiani su 10 lo inseriscono infatti nella Top 5 dei cibi irrinunciabili accanto a carni bianche, bresaola, yogurt e legumi (indagine Doxa/Ancit)

La produzione delle conserve ittiche in Italia vede al primo posto proprio il tonno in scatola.  Questo mercato in Italia ha un valore di circa 1,4 miliardi di euro (secondo dati 2020 dell'Ancit Associazione Nazionale dei Conservieri Ittici e delle Tonnare), con una produzione nazionale di 74mila tonnellate e un consumo di 153.251 tonnellate, pari a circa 2,5 kg pro capite, per un settore che conta circa 1.500 addetti.

Una Giornata Mondiale dedicata al Tonno è un momento per sensibilizzare sul suo valore. Dentro quella scatoletta di tonno che buttiamo distrattamente in fondo al carrello per abitudine c’è molto di più: tanta storia e buona qualità se impariamo a fare scelte consapevoli. I produttori non sono tutti uguali, lo sa bene Airone Seafood, che fa della sostenibilità sociale e ambientale la propria mission ormai da molti anni.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl