you reporter

TAGLIO DI PO

Il Covid ha portato via il patriarca

Il Bassopolesine sotto choc: il virus uccide Luigi Mantovani, imprenditore notissimo, 87 anni

Il Covid ha portato via il patriarca

17/05/2021 - 18:56

Una notizia che lascia sotto choc non solo Taglio di Po, ma tutto il Delta. Il Covid si porta via una figura storica, un imprenditore di successo. Luigi Mantovani si è spento ieri mattina all’Ospedale di Trecenta stroncato dal virus. Aveva 87 anni, era stato ricoverato in terapia intensiva il 29 aprile. Le condizioni si erano aggravate l’8 maggio e poi si è spento. La notizia ha suscitato grande sgomento non solo nella cittadina tagliolese, ma in tutto il Polesine, dove l’imprenditore era molto conosciuto. Luigi Mantovani, Gigi per tutti, è stato un grande, geniale imprenditore. Un uomo pieno di idee e energie, sempre con lo sguardo avanti e “un piede nel futuro”.

Ha lavorato molto, ha costruito molto e avviato attività importanti, soprattutto per la sua famiglia. Ai suoi figli, Lauro e Sandro, e a suoi nipoti ha insegnato il culto del bellezza del lavoro, ha insegnato a sognare e a non mollare mai. Come del resto ha fatto lui tutta la vita, sino a pochi giorni fa, quando era salito “con le sue gambe” su un’ambulanza per un controllo, prima a Porto Viro e poi a Trecenta. “Era risultato positivo al tampone - racconta il figlio Lauro - ma poi le condizioni sono improvvisamente peggiorate con problemi polmonari”.

La storia di Luigi Mantovani è la storia di un uomo che si è fatto da solo. Una vita romanzesca, quella di Luigi. Suo padre Toni lavorava in un’azienda agricola della località Presa di Taglio di Po. Gigi, detto anche Gigin, voleva fare il meccanico delle auto e dei camion. Ha cominciato in una piccola officina a Donada e poi si è messo in proprio a Taglio di Po. Era partito negli anni ‘50 riparando vetture di tutti i tipi. Si è sposato con Lidia (scomparsa nel 2009), hanno messo al mondo due figli, la famiglia è cresciuta bene. Il meccanico Luigi ha recuperato veicoli residuati della seconda guerra mondiale, modificati e adattati a mezzi di sollevamento e da soccorso stradale. Seguendo la sempre maggiore richiesta di servizi da parte dell'utenza automobilistica, ha così avviato il lavoro di riparazione, soccorso, vendita automobili dove è sempre stato impegnato il figlio Lauro. Ha poi separato gli interessi e incrementato l’attività e l’autonomia del figlio Sandro, con un’altra società che continua a offrire servizi completi di autogru, noleggi, trasporti, piattaforme aeree e offshore.

Nel tempo il patriarca Luigi, molto impegnato anche nel sociale (negli anni ‘70 è stato anche presidente della squadra di calcio Tagliolese), è rimasto al comando della società autodemolizioni e ha formato collaboratori con costanti aggiornamenti, sviluppando una capacità di lavoro sempre in miglioramento, ha seguito parallelamente i due settori: meccanico per automobili e sollevamento materiali in genere. La società ha vissuto una crescita esponenziale, si è trasferita in una sede più grande, ha separato i rami dell’azienda mettendo in campo professionalità sempre più selettive e specifiche. Gigi Mantovani era molto amato e rispettato dalla comunità tagliolese che oggi, assieme alla sua grande famiglia, lo piange. I funerali si svolgeranno a Taglio di Po nella chiesa parrocchiale San Francesco d’Assisi, mercoledì 19 maggio alle 16.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl