you reporter

SOCIALE

Il teatro riparte sotto le stelle

Dall’operetta alla prosa fino a musica e balletto. Si comincia il 14 luglio per finire il 27 agosto

Il teatro riparte sotto le stelle

18/06/2021 - 18:10

Dopo la forzata chiusura, il teatro Sociale torna all’aperto per respirare… all’“Ariaperta”. Oggi l’annuncio della stagione estiva, dal titolo emblematico, del Teatro Sociale di Rovigo. A ufficializzarlo, in conferenza stampa l’assessore alla cultura e vicesindaco Roberto Tovo, sottolineando la difficoltà dell’organizzazione, per cui ha ringraziato tutte le 200 maestranze e gli sponsor: le Fondazioni Cariparo e Banca del Monte, Asm Set, (rispettivamente rappresentati dall’avvocato Cerruti ed i presidenti Giorgio Lazzarini e Manuela Nissotti).

Il nutrito cartellone è stato presentato dal direttore artistico del Sociale Luigi Puxeddu: 15 serate con 14 appuntamenti (uno sarà replicato), distribuiti per varie location: Censer (per gli spettacoli a maggiore pubblico), piazzetta Annonaria, teatro Studio di viale Oroboni e villa Badoer a Fratta. Il tutto per un programma variegato adatto a tutti i gusti: dall’operetta (“Cin Ci Là”, l’11 agosto al Censer) a vari concerti di diversi generi, un balletto (“Cenerentola una storia italiana”, primo agosto al Censer), tre appuntamenti di prosa e due di Teatroragazzi, il primo dei quali aprirà la stagione il 14 luglio: “Taraballa il tesoro del bruco baronessa”, spettacolo musicale gratuito (l’altro, il 22 agosto, “Zhuan Chi nella foresta di Bambu” a 3 euro).

A questo proposito, è stato sottolineato che tutti i prezzi dei biglietti saranno “estivi” ed alcuni gratuiti. Tra gli altri, il direttore artistico ha sottolineato, in particolare, il concerto lirico sinfonico “E lucevan le stelle”, il 24 luglio al Censer, che sarà replicato il 25 a Cortina d’Ampezzo, con la presenza di artisti di fama internazionale: il tenore Fabio Sartori, il basso Riccardo Zanellato, la voce recitante di Lella Costa con l’Orchestra Regionale Filarmonica Veneta per la regia di Gerardo Felisatti.

Luca Donin, direttore artistico di ArteVen, ha illustrato i tre spettacoli di prosa al Censer: “Trascendi e Sali” di e con Luca Bergonzoni (18 luglio), “Se non ci pensa Dio ci penso io” con Gene Gnocchi (6 agosto), “Raffaello, la Fornarina, il Cinquecento e altre storie” di e con Davide Riondino e Dario Vergassola” (20 agosto). Il 24-25 agosto al teatro Studio, il Lemming proporrà in prima assoluta una scrittura scenica dell’Op. 127 di Šostakóvic: “Ante lucem”. Le serate della Badoer a Fratta Polesine culmineranno con l’intermezzo buffo “La serva padrona” (27 agosto), che chiuderà anche la stagione. Il programma completo sul sito del Sociale.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl