you reporter

Cavarzere

La stagione al "Serafin" promette emozioni

Presentato il cartellone della stagione di prosa e danza. Il sindaco Munari ringrazia l'ex assessore Fontolan

22/10/2021 - 18:18

Sette spettacoli nel cartellone più due dedicati ai ragazzi: ritornano al teatro "Serafin" di Cavarzere le "Domeniche spettacolari", titolo della stagione promossa dall'assessorato alla Cultura con il supporto di Arteven e di Adriatic Lng. "Non con poca emozione siamo qui per presentare questo progetto ambizioso, ed è doveroso ringraziare l'assessore alla Cultura precedente, Paolo Fontolan, per aver operato bene in questo settore" la premessa del neoeletto sindaco di Cavarzere, Pierfrancesco Munari. Accanto a lui il nuovo assessore alla Cultura, Ilaria Turatti, il direttore di Arteven, Pierluca Donin, Giorgia Fonsatti di Adriatic Lng e Renzo Banzato, referente della cooperativa Deltartisti. Ma soprattutto una delle grandi protagonisti della stagione di prosa e danza, Debora Caprioglio, l'attrice veneziana che il 12 dicembre sarà sul palco del "Serafin" con Maurizio Micheli nella commedia "Amore mio aiutami".

Nel parlare della stagione teatrale, il sindaco Munari ha sottolineato come il primo segnale di voler puntare sulla cultura sia stato dato proprio in occasione del primo consiglio comunale, tenutosi ieri sera. "Ho voluto iniziare scegliendo come luogo il nostro meraviglioso teatro 'Serafin' - le sue parole - la risposta del pubblico è stata entusiasmante, significa che i cittadini hanno voglia di presenziare, non solo ai consigli comunali, ma alle attività culturali per le quali Cavarzere si è sempre contraddistinta".

Il direttore Donin ha quindi illustrato tutti gli appuntamenti della stagione. "L'abbiamo costruita dando spazio a dei classici e a della contemporaneità - le sue parole - perché il passato ci serve come base di ragionamento per il futuro. Il teatro è un momento di svago, siamo fermi da due anni, ed è il modo per rimettere insieme le persone, una accanto all'altra, in sicurezza, perché i teatri non sono mai stati focolai di contagio, sono i numeri a dirlo. E poi solo il teatro sa emozionare e mettere insieme. In questo caso, a Cavarzere, dove il pubblico non è certo di bocca buona, daremo spettacoli di qualità. E lo faremo a un costo bassissimo, e questo grazie agli sponsor, da Adriatic Lng alla Regione, alla Città Metropolitana, ma soprattutto grazie al Comune di Cavarzere, che permette ai cittadini di andare a teatro a prezzi davvero bassissimi".

E' stato un blitz quello di Debora Caprioglio, da Roma dove sta provando la commedia che porterà anche a Cavarzere. "Ma ho voluto fortemente esserci, e ringrazio Luca che mi ha dato questa opportunità - le sue parole - è un segnale di ripartenza per il nostro settore molto penalizzato. Siamo fermi da due anni, e vorrei essere la voce dei miei colleghi e di tutte le maestranze che hanno passato un momento difficilissimo. C'è grande volontà di ricominciare per non fermarci più, di riportare la gente a teatro e far capire alle persone che è un posto sicuro, pieno di emozioni che fanno bene al cuore".

Sempre presente, Adriatic Lng era rappresentata da Giorgia Fonsatti, emozionata quanto gli altri per la ripartenza della cultura: "L'emozione di trovarci tutti insieme a fare una conferenza stampa e condividere qualcosa di bello per il territorio, e quella di riaprire i teatri per riportare cultura nel territorio. Siamo sempre stati vicini alla promozione di queste attività, con un occhio attento alla cultura e all'arte, specialmente per i giovani, non solo per un pubblico più maturo". Parlando di giovani, una iniziativa promossa da Adriatic Lng è quella del concerto di Capodanno dell'orchestra giovanile "Tullio Serafin". In questo senso il maestro Banzato ha ricordato come a fine dicembre si terrà questo concerto con 50 giovani musicisti dei conservatori del Veneto. "Credo che non si ricordi un periodo così nero per gli spettacoli dal vivo - ha commentato Banzato - devo dire che è una emozione esserci perché si è riusciti a strutturare una stagione teatrale varia, che accontenta tutti i gusti mantenendo un livello qualitativo altissimo. E parlando del concerto di fine anno, voglio ribadire l'importanza di Comune, Adriatic Lng e di Ilaria Turatti, oggi assessore alla Cultura, ma che con la sua azienda ci è sempre stata vicina. E una parola per questi giovani musicisti, che stanno investendo i migliori anni della loro vita nello studio della musica e meritano di essere valorizzati".

A chiudere proprio l'assessore alla Cultura, Turatti, nominata nemmeno da 12 ore. "Per me la cultura è la voglia di vivere, provengo da una famiglia che ha sempre sostenuto la cultura e con piacere ringrazio Adriatic Lng: se non ci fossero gli sponsor non ci sarebbe la cultura". "Abbiamo la fortuna di avere un teatro bellissimo, il calendario ha nomi importanti e mi piace l'idea delle due giornate dedicate ai bambini, chiusi per due anni in casa con unico contatto un cellulare e i social - ha sottolineato Turatti - solo in teatro si può piangere e ridere, spero di vederlo sempre pieno, perché se il Veneto sta ripartendo con l'economia, lo deve fare anche con la cultura, e il teatro. Un grazie a Paolo Fontolan che ha portato queste bellissime iniziative e spero di collaborare con lui anche in futuro. Vogliamo una rinascita per Cavarzere, perché lo dobbiamo ai nostri giovani, ma anche a chi Cavarzere l'ha costruita".

Il sipario si alza il 7 novembre con il Centro Teatrale Lorenzo Da Ponte in "Cyrano De Bergerac", una delle opere in versi più famose del teatro mondiale. Il 28 novembre è la volta de "La bisbetica domata" di Teatro Bresci, che ambienterà la celebre commedia di Shakespeare negli anni ’90. Maurizio Micheli e Debora Caprioglio il 12 dicembre presenteranno al Tullio Serafin "Amore mio aiutami", classica commedia all’italiana degli anni 60. Il 23 gennaio appuntamento con la Compagnia Artemis Danza / Monica Casadei: ne "I bislacchi omaggio a Fellini" i danzatori racconteranno l’universo del cineasta riminese accompagnati dalle celebri note di Nino Rota. Il 13 febbraio Gabriele Cirlilli sarà in scena con "Mi piace... di più", spettacolo che si dipana attraverso il backup del cellulare dell’attore: scorrono velocemente delle immagini che danno spunto per parlare di cose, di persone, di avvenimenti, vissuti o immaginati con un ritmo veloce e piacevole. La Nuova Compagnia Teatrale salirà sul palco il 6 marzo con un’opera scritta da Eduardo De Filippo: "Filumena Marturano". Chiudono la stagione Maria Amelia Monti e Roberto Turchetta il 27 marzo con "La parrucca", che racchiude due atti unici di Natalia Ginzburg. Per i più piccoli due appuntamenti: il 16 gennaio Matàz Teatro porta a Cavarzere "Super! Sirenetta cercasi", una versione rivisitata della fiaba di Andersen in cui una piccola clown avrà l’occasione di diventare un’eroina davvero super. Il 30 gennaio invece è la volta del Gruppo Teatrale Panta Rei che ne "Il giardino del gigante" narra la storia di un burbero gigante e un’allegra bambina che saprà scaldargli il cuore.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl