you reporter

POLIZIA

Arrestata rom 30enne, ruba da quando era minore

Catturata dal personale della squadra mobile, deve scontare la pena per una decina di furti

66209

13/11/2021 - 13:07

Nel primo pomeriggio di venerdì 12 novembre la Polizia di Stato ha tratto in arresto una romena 30enne, destinataria dell’ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso la Corte d’Appello di Trieste. La donna, dovrà espiare la pena residua di 3 anni 10 mesi e 19 giorni di reclusione per aver commesso diversi furti in abitazione aggravati oltre a possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli. A operare, personale della squadra mobile, guidata dal commissario capo Andrea Ambrosino.

L'ordinanza di espiazione pena fa comunque riferimento, a quanto si apprende, unicamente a una parte dei furti che la giovane avrebbe commesso nel corso della sua carriera delinquenziale, iniziata quando era ancora adolescente. "I fatti sono stati commessi nel corso degli anni - conferma infatti la ricostruzione della questura - sin da quando era minorenne, in più province d’Italia, da Viterbo a Brescia e più recentemente a Rovigo. Si tratta quindi di una 'professionista', che trae il proprio sostentamento dalla commissione di questi reati che ledono il patrimonio dei cittadini".

"La donna, nella consapevolezza dell’imminente carcerazione per i fatti pregressi, aveva fatto perdere le proprie tracce, pur risultando formalmente residente nel comune di Adria, insieme ai propri familiari. Infatti, già 8 mesi fa era stato emesso un ordine di carcerazione nei suoi confronti. Tuttavia, malgrado le ricerche effettuate nell’immediatezza dalle Forze di Polizia, non era stata individuata. Il passaggio in giudicato di ulteriori sentenze di condanna per i vari reati commessi, ha portato la Corte d’Appello di Trieste ad adottare un provvedimento di unificazione pene con emissione di un nuovo ordine di carcerazione".

"Questa volta, però, ad essere stata investita dell’esecuzione dello stesso è stata la Squadra Mobile di Rovigo. Gli operatori della sezione Catturandi, considerato il profilo della stessa, e la tipologia di reati di cui si è resa autrice negli anni, hanno messo in campo tutte le loro abilità. Quindi, dopo aver acquisito le prime informazioni ed effettuati una serie di appostamenti, sfruttando l’unico passo falso che la stessa ha compiuto, sono riusciti a stanarla. Nella tarda mattinata di venerdì, è stata individuata presso un struttura pubblica in provincia di Padova e immediatamente tratta in arresto. Al termine delle formalità di rito D.D. è stata associata presso la Casa Circondariale di Verona".                                                                                    

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • vicpaolo

    14 Novembre 2021 - 10:10

    Conoscete Rom che lavorano? Dove?

    Rispondi

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl