you reporter

CORONAVIRUS IN POLESINE

Assunzioni, ampliamenti e un piano antivirus

L'Ulss 5 mette in campo tutte le risorse per contenere il contagio

"Entro la prima settimana di aprile vaccinati tutti i nonni del Polesine"

Patrizia Simionato, direttore generale della Ulss 5

14/01/2022 - 15:51

Il bollettino quotidiano dell'Ulss 5 che descrive l'andamento del Coronavirus in Polesine parla, nelle ultime 24 ore, di "976 nuove positività di residenti in Polesine (sono in totale 32.171 i residenti in Polesine con positività al Covid-19 riscontrati da inizio epidemia). 211 di queste persone erano già in isolamento domiciliare. Il tasso di positività degli ultimi 7 giorni (nuovi casi riscontrati sul totale delle persone testate nel periodo) è pari al 15,39%. Da inizio epidemia sono stati eseguiti 1.227.713 test rapidi e tamponi".

Ricoveri. Sono in diminuzione "Attualmente - prosegue il bollettino - risultano 112 pazienti ricoverati nelle nostre Strutture per Covid-19, precisamente:

·         56 pazienti in Area Medica Covid a Trecenta

·         26 pazienti in Ospedale di Comunità Covid a Trecenta

·         9 pazienti in Area Medica Covid a Adria

·         13 pazienti in Terapia Intensiva Covid a Trecenta

·         8 pazienti in Malattie Infettive a Rovigo".

Case di riposo e strutture residenziali extraospedaliere. Le Strutture Residenziali del Polesine ospitano ad oggi 2.018 anziani e 852 altri ospiti (disabili, psichiatrici, ecc.).

Ad oggi risultano positivi:

- 3 operatori del CSA di Adria

- 3 operatori della residenza per anziani Ing. Arturo Pedretti di Ariano nel Polesine

- 6 operatori della Casa del Sorriso di Badia Polesine

- 34 ospiti e 8 operatori della RSA San Martino di Castelmassa

- 3 operatori della Residenza per anziani Villa Agopian di Corbola

- 5 operatori della Casa di Riposo San Gaetano di Crespino

- 2 ospiti e 8 operatori della Residenza San Salvatore di Ficarolo

- 6 ospiti e 3 operatori del Centro Servizi per anziani La Residence di Ficarolo

- 3 operatori del Centro Servizi La Quiete di Fiesso Umbertiano

- 12 operatori della Casa Sacra Famiglia di Fratta Polesine

- 9 operatori della Casa albergo per anziani di Lendinara

- 6 ospiti e 3 operatori della CSA San Nicolò di Porto Tolle

- 2 ospiti e 5 operatori del Centro Servizi Villa Tamerici di Porto Viro

- 7 ospiti e 5 operatori della Residenza per anziani La Rosa dei Venti di Rosolina

- 60 ospiti e 39 operatori dell’IRAS di Rovigo

- 2 ospiti e 6 operatori della Casa di riposo Città di Rovigo".

Guarigioni. 712 nuove guarigioni portano a 21.172 il totale dei guariti in Polesine da inizio epidemia. Sono 10.394 le persone attualmente positive in provincia.

Persone in isolamento. Ad oggi sono 5.109 le persone poste in isolamento domiciliare.

I numeri del contagio sono, quindi, ancora in ascesa, tanto da mettere in forte tensione i servizi dell'Ulss 5. Questa, da parte sua, ha comunque varato un piano di assunzioni, modulazioni dei servizi e individuazione di nuove risorse per fronteggiare questa situazione. Numerosi i fronti di intervento. 

Ampliamento degli orari del drive in in Cittadella. Sarà aperto anche di domenica, a partire da domenica 16 gennaio, con orario 9 - 13. In questo modo, si conta di evitare gli ingorghi del traffico che si erano verificati ultimamente. Sempre per questo scopo, si è deciso che anche nei giorni feriali si aprirà alle 9, per evitare la concomitanza con l'ora di punta.

Posti letto di Terapia intensiva aumentati. Sono stati portati a un massimo di 20, tutti già attrezzati e usufruibili, per contenere anche un eventuale ulteriore peggioramento del contagio, comunque non atteso. Questo ha reso necessaria una parziale rimodulazione dei servizi che prevedono la presenza di anestisti rianimatori. Si parla, cioè, della attività chirurgica programmata nei tre ospedali. Vengono garantite emergenze e urgenze e la chirurgia oncologica. Nessuna modifica, invece, per quanto concerne diagnostica e attività ambulatoriale.

La situazione del pronto soccorso di Rovigo. La rimodulazione consente anche un consistente ampliamento dei posti letto del pronto soccorso, sottoposti in questo periodo a un flusso intenso di persone. La disponibilità di spazi ha consentito di realizzare nuove stanze vere e proprie, con letti, per evitare che i pazienti in osservazione rimangano in barella.

La campagna di assunzione del personale. Con oltre 144 dipendenti positivi e 51 sospesi in quanto non vaccinati, proiettata su una situazione di cronica carenza di personale rispetto all'organigramma previsto, Ulss 5 Polesana si trova nella necessità di rinfoltire i ranghi. Sono, quindi, in corso assunzioni per varie figure professionali, a ogni livello.



LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl