you reporter

Coldiretti

Preghiere e processioni per la pioggia

Nelle chiese venete cicli di preghiere e liturgie con la ripresa di antichi riti e processioni propiziatorie sulla buona riuscita della semina

Preghiere e processioni  per la pioggia

In chiesa (foto d'archivio)

25/03/2022 - 16:39

Tridui per invocare la pioggia nelle chiese del Polesine.

Lo dice la Coldiretti, lanciando l’allarme siccità “aggravato da incendi favoriti dall’aumento delle temperature. A fianco degli agricoltori - spiega Coldiretti - anche i sacerdoti che hanno organizzato cicli di preghiere e liturgie con la ripresa anche di antichi riti come le rogazioni, processioni propiziatorie sulla buona riuscita delle seminagioni”.


L’analisi della Coldiretti evidenzia che si è aggravato il deficit idrico dopo che a febbraio si è verificato un taglio delle precipitazioni del 52% in Veneto. La siccità - sottolinea la Coldiretti - “minaccia oltre il 30% della produzione agricola, fra pomodoro da salsa, frutta, verdura e grano, e la metà dell’allevamento che si trovano nella Pianura Padana. Le coltivazioni seminate in autunno - precisa a Coldiretti - come orzo, frumento e loietto iniziano ora la fase di accrescimento che rischia di essere compromessa dalla mancanza di pioggia mentre nei prossimi giorni partiranno le lavorazioni per la semina del mais, del girasole e della soia, ma con i terreni aridi e duri le operazioni potrebbero essere più che problematiche”.
La siccità, che distrugge le coltivazioni e favorisce i roghi, è diventata la calamità più rilevante per l’agricoltura italiana - rileva la Coldiretti - “con danni stimati in media in un miliardo di euro all’anno soprattutto per le quantità e la qualità dei raccolti”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl