Cerca

ROSOLINA

Il casolare abbandonato diventa centro dello spaccio

Blitz dei carabinieri, un arresto

Il casolare abbandonato diventa centro dello spaccio

Nel pomeriggio del 1° aprile, a Rosolina, i carabinieri della Compagnia di Adria e della stazione di Taglio di Po hanno tratto in arresto in flagranza del reato di “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti” un uomo marocchino 38enne, con pregiudizi di polizia. Lo spiega la nota stampa del comando provinciale dei carabinieri.

"I militari operanti - prosegue la comunicazione - nel corso di un servizio finalizzato al contrasto dello spaccio di stupefacenti, hanno notato un’autovettura dirigersi, senza un apparente motivo, verso un casolare in stato di abbandono. Insospettiti dall’anomala situazione, hanno deciso di procedere ad un controllo del conducente trovandolo così in possesso di circa 140 grammi di 'cocaina' suddivisa in dosi, nonché materiale per la pesatura ed il confezionamento dello stupefacente".

L’uomo dopo l’arresto è stato condotto in carcere a Rovigo. Comparso di fronte al giudice, questi ha convalidato l'arresto e ha disposto i domiciliari, in attesa del processo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy