Cerca

ARQUA’ POLESINE

Assalto al Pnrr: ci sono otto domande pronte

L’amministrazione comunale si sta confermando molto attiva nella ricerca di risorse

Assalto al Pnrr: ci sono otto domande pronte

L’amministrazione comunale si sta confermando molto attiva nella ricerca di risorse

Il Comune di Arquà Polesine è stato molto attivo sul fronte bandi pubblici e bandi relativi al Pnrr.

“Nell'arco di poco più di due mesi sono state inoltrate ben 8 domande di partecipazione – spiega l’assessore Enrico Serafin - Il primo bando riguardava i lavori di messa in sicurezza di edifici e territorio. Con questo bando sono stati richiesti contributi per 380mila euro per lavori di messa in sicurezza idraulica del territorio, zone del centro paese e Granze, e 620mila euro per lavori inerenti alla messa in sicurezza della viabilità di alcune vie del centro".

"Il secondo bando riguardava le palestre ed è stato presentato un progetto di riqualificazione, messa in sicurezza e adeguamento impiantistico, per 405mila euro. La terza domanda di finanziamento -prosegue l’assessore- è stata inoltrata alla Regione per un contributo di 380mila euro sempre per lavori di messa in sicurezza idraulica. Il quarto bando era appartenente al Pnrr ‘Fondo parchi e giardini storici’ e si è concorso con un progetto di restauro della componente vegetale, nuovo accesso galleggiante ed efficientamento energetico del parco del Castello per un importo di 500mila euro".

"Il quinto bando a cui si è preso parte è stato il ‘Fondo Borghi’. Presentando un progetto di ‘rigenerazione urbana’ dell'importo complessivo 1,6 milioni euro. L'intervento riguarda la viabilità, la continuità architettonica e funzionale del centro storico con la Corte del Castello Estense e il potenziamento infrastrutturale per uno sviluppo economico, culturale e turistico del Comune. La sesta domanda presentata ha riguardato la progettazione di tre opere collegate a futuri bandi Pnrr: progetto pista ciclabile su via Bassa Cornè per il collegamento di Arquà Polesine a Rovigo (80mila euro); progetto riqualificazione impianti sportivi comunali con nuovi parcheggi, spogliatoi tennis e campi padel e beach tennis e beach volley (45mila euro); progetto di recupero e riqualificazione del fabbricato denominato Vaticano (120mila euro)".

"Il settimo bando è stato quello inerente alla rigenerazione urbana associata ad altri comuni la cui somma della popolazione doveva superare i 15mila abitanti. Il bando metteva a disposizione 5 milioni di euro per vari interventi tra cui quelli inerenti alla mobilità sostenibile, oggetto di richiesta per il nostro comune. L'ultimo bando è stato presentato attraverso la soprintendenza archeologica, belle arti e paesaggio per le province di Verona, Rovigo e Vicenza al Ministero della Cultura. Riguardava la richiesta di fondi per opere da finanziare per le annualità 2022-2024. È stato chiesto un contributo di 3 milioni e 680mila euro per il recupero e riqualificazione del fabbricato denominato Vaticano".

"Prossimamente il comune di Arquà Polesine conta di partecipare al bando Pnrr 'Fondo sport e periferie 2022' e 'Fondo per la rimozione delle barriere fisiche, cognitive e sensoriali dei musei e luoghi della cultura pubblici non appartenenti al Ministero della Cultura'".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy