you reporter

Covid

"Tre cinquantenni non vaccinati in terapia intensiva"

Lo ha comunicato il presidente del Veneto, Zaia, che ha ribadito: "Questo dà certezze sulla validità del vaccino"

"Tre cinquantenni non vaccinati in terapia intensiva"

13/07/2021 - 17:38

"Sei nuovi ricoveri, tre in terapia intensiva, si tratta di 50enni non vaccinati: sono tutti e tre con il casco dell'ossigeno, questo ci dà la certezza sulla validità dei vaccini". Lo ha detto oggi il presidente del Veneto, Luca Zaia, nel corso del punto stampa nella sede della Protezione civile di Marghera.

Dopo aver parlato della situazione dei contagi (su oltre 25mila tamponi sono 254 i positivi nelle ultime 24 ore, 5.285 quelli totali con una incidenza dello 0,25. Sono 249 in totale i ricoveri, 233 in area non critica e 16 in terapia intensiva. Un decesso) Zaia ha spiegato come "per noi il vaccinato è un asintomatico o una persona che se la risolve con un raffreddore" ribadendo la pericolosità del virus per chi non è vaccinato.

Riguardo ai tamponi il presidente ha sottolineato come il Veneto sia "la prima regione in Italia per numero di tamponi su 100mila abitanti al giorno, facciamo il doppio della media nazionale. La nostra incidenza è passata da 5 a 6 casi ogni 100mila abitanti, potremmo arrivare a 20-30 casi, ma non siamo preoccupati perché stiamo spingendo fortissimo sui test. L'appello a livello nazionale è di interpretare bene questi dati. Il vero parametro è l'ospedalizzazione, non l'incidenza di positività". E ha invitato i cittadini a presentarsi ai covid point aperti: "Se avete un dubbio o volete stare tranquilli, andate in un covid point e fatevi un tampone: è gratuito e non serve la prescrizione".

Rispetto ai vaccini, sono state somministrate 47mila dosi nelle ultime 24 ore, anche se ora scarseggiano: "Ma domani avremo delle novità". Infine la questione "variante Delta" che il governatore del Veneto ha confermato che "diventerà preponderante come è successo per quella inglese. Ad oggi abbiamo previsioni di tasso di ospedalizzazioni accettabili, se spingessimo velocemente sulla vaccinazione avremmo la possibilità di abbassare ancora di più questo tasso. Ad oggi l'ospite ideale del virus è 15-24 anni, fortunatamente con effetti non drammatici, spesso asintomatici che però rischiano di diventare vettore per gli adulti e anziani non vaccinati".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl