you reporter

La protesta contro la discarica<br/>approda su Canale 5

discarica[1].JPG

21/04/2015 - 18:00

di Benedetta Franciosi

La questione della discarica per rifiuti non pericolosi e annesso impianto di trattamento della “Bergantino srl” continua a tenere banco. Lunedì mattina il sindaco di Bergantino ha incontrato nella sala consiliare del municipio il sindaco di Legnago (Verona), Clara Scapin, il suo vice, Claudio Marconi, il sindaco di Melara, Paola Davì, e il vicesindaco di Cerea (Verona), Marco Franzoni.
I tre comuni, insieme a Bergantino, sono infatti quelli indicati dalla commissione regionale Via come soggetti interessati dai possibili impatti ambientali del progetto di discarica. A seguito del loro coinvolgimento nell’iter procedurale, stabilito lo scorso marzo dalla commissione, si è reso quindi necessario un tavolo congiunto tra gli enti per confrontarsi sulle procedure e programmare le prossime azioni.
Il sindaco Rizzati è stato incaricato dai colleghi di coordinare le future attività relative all’iter del progetto. Dopo Bergantino, visto il diretto coinvolgimento, anche i comuni di Melara, Legnago e Cerea presenteranno le proprie osservazioni sul progetto di discarica.
Ieri mattina, invece, sono stati i cittadini bergantinesi a dichiarare la propria contrarietà all’insediamento: lo hanno fatto davanti alle telecamere dell’“Indignato speciale”, la rubrica del Tg5 condotta da Andrea Pamparana. L’arrivo della troupe del telegiornale nazionale in paese è stato possibile grazie all’interessamento di una cittadina bergantinese, Valentina Zapparoli, che si è fatta portavoce delle proteste della popolazione. Il servizio andrà in onda prossimamente su Canale 5.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

La Voce di Natale
Natale con i nostri TESORI

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl