you reporter

Musica e cultura<br/>per celebrare la liberazione

fratta[1].JPG
FRATTA POLESINE- In occasione delle celebrazioni del 70esimo anniversario della Liberazione, l’Eroica Giovane Orchestra di Rovigo ha esordito in concerto in piazza Matteotti di Fratta Polesine. Cinquanta giovani musicisti, la maggior parte allievi del conservatorio Venezze di Rovigo, diretti magistralmente dal maestro Luca Paccagnella, hanno intrattenuto il folto pubblico, che nonostante la temperatura non proprio favorevole, ha partecipato con entusiasmo. Dalla “Carmen”, allo “Schiaccianoci”, per poi passare ad un medley di colonne sonore di famosi film e fino alla “Conga del Fuego”. Particolarmente coinvolgente l’apertura con l’esecuzione dell’Inno d’Italia cantato dalla giovane soprano Sara Fogagnolo con l’accompagnamento di tutta l’orchestra.
E domenica, nella casa museo Matteotti, è stato presentato “I Labia fra Venezia e Fratta. Storia di un’illustre famiglia”, un libro scritto e pubblicato da Massimo Labia, discendente di una famiglia che ha contribuito a scrivere la storia di Fratta. Nelle quasi 300 pagine l’autore, con foto d’epoca e riproduzione di documenti originali, tratteggia la storia di tutta la sua famiglia nel corso di ben sei secoli. Alcune immagini d’epoca rievocano anche la storia di Venezia e del Veneto. In un salone d’onore di Casa Matteotti particolarmente affollato, Natalia Periotto Gennari ha saputo tratteggiare le vicende storiche del casato nobiliare veneto, evidenziando in particolare gli stretti legami tra questa famiglia e il contesto sociale in cui vivevano.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl