you reporter

Coppia organizzava finti colloqui<br/>per derubare le baby sitter

36295

Il tribunale di Rovigo

12/05/2015 - 13:00

Adescavano le vittime attraverso annunci di lavoro, proponendo l’occupazione da baby sitter. Ma quando si presentavano a casa loro, per l’accusa, le derubavano, senza che se ne accorgessero. E’ successo a Fiesso Umbertiano, in due occasioni, nel 2012. Una coppia, lui un 37enne originario di Palermo, e lei, la compagna, una 36enne originaria di Ferrara, entrambi residenti a Fiesso Umbertiano, si era messa alla ricerca di una baby sitter che potesse accudire alla loro figlia piccola: ma, secondo le contestazioni, era tutta una scusa per accalappiare le vittime. Infatti, due donne, che erano alla ricerca di lavoro, avevano visto l’annuncio e si erano messe in contatto telefonico con la coppia. Quindi, l’accordo di trovarsi nella loro abitazione, per il colloquio di lavoro e valutare la possibile assunzione.
Il primo episodio si verificò a fine marzo del 2012, vittima una ferrarese di 41 anni; il secondo qualche giorno dopo, ad aprile, vittima una lituana di 34 anni.
A fine colloquio, con una scusa banale, come quella di fumare una sigaretta, la 36enne distraeva e faceva uscire la vittima, che lasciava la borsetta in casa; a quel punto, il compagno, che si era nascosto, usciva allo scoperto e rubava i soldi che c’erano nel portafoglio. Ottenendo un bottino di 140 euro: 60 euro rubati all’italiana, 80 euro alla lituana. Ma le due donne, dopo essersene andate, si erano accorte del furto subito e avevano fatto denuncia ai carabinieri.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl