you reporter

Il parroco caccia il cappellano <br/> gara di solidarietà per ospitarlo

chiesa[1].JPG

Alessia Pigaiani era di Ficarolo

“Ciò che farete al più piccolo dei miei fratelli, è come lo aveste fatto a me” recita il Vangelo. Ma sembra non essere andata proprio così nella piccola parrocchia altopolesana. Per motivi non ancora chiari, pare che il parroco di Ficarolo don Giancarlo Crepaldi, abbia deciso di mandare via dalla parrocchia il suo cappellano, cacciandolo inoltre dalla casa canonica. Si tratta di don Bosco, questo è il nome del giovane prelato di origine birmana giunto nella piccola comunità altopolesana poco più di un anno fa.
Che i rapporti con il parroco non fossero idilliaci, era una voce che da tempo circolava nel comune rivierasco, ma nella giornata di giovedì, qualcosa di rilevante deve essere successo. La classica goccia che ha fatto traboccare il vaso: sembra ci sia stata una discussione tra i prelati, forse dovuta a motivazioni economiche, forse alla mancata concessione di un trasferimento definitivo nella parrocchia di Salara. E da qui la decisione del parroco di allontanare il giovane dalla parrocchia.
La gara di solidarietà è scattata immediatamente alla vista del prete con le valigie in mano; in molti si sono offerti per ospitarlo. Da indiscrezioni sembra che in questi giorni gli sia stata data ospitalità da un bed and breakfast del comune di Salara, mentre per il pranzo e la cena, sia ospite da alcuni parrocchiani.





LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl