you reporter

Centauro esce di strada con la moto <br/>imprenditore perde la vita a Folgaria

45103
CARBONARE DI FOLGARIA (Trento) - E’ finito con la sua moto contro un albero, poi è stato sbalzato per una decina di metri dal mezzo ed è andato nella scarpata, facendo un volo di una ventina di metri.

E’ morto così, purtroppo, Massimo Buraschi, 49 anni di Castelmassa, che ha perso la vita a bordo della sua Kawasaki. Luogo della tragedia la strada provinciale 349 della Fricca al chilometro 24, poco dopo dell'uscita dalla galleria, tra gli abitati di Folgaria e della frazione di Carbonare.

Il centauro, partito ieri mattina da Castelmassa, era in compagnia di un amico bolzanino ed insieme avevano programmato un giro in Trentino.

In uscita dalla galleria della Fricca, lunga circa novecento metri, la strada si riprende e davanti a sè presenta un rettilineo di circa 120 metri; dopo questo primo tratto, si immette attraverso un’inclinazione a destra su un’altra breve retta. Proprio su questa semiretta, il centauro polesano, per cause che sono da accertare (si pensa ad un malore), è uscito di strada, finendo con la sua moto contro un albero ed è stato sbalzato a circa 8-10 metri dal mezzo. Un impatto che probabilmente ha fatto morire sul colpo lo sfortunato motociclista, poi finito dove spiana la scarpata a circa 20 metri dalla sede stradale.
Sul luogo dell'incidente sono accorsi immediatamente i carabinieri di Lavarone, i vigili del fuoco di Folgaria, gli addetti del soccorso alpino degli Altipiani ed i volontari della Croce Rossa degli Altipiani.
Si è capito subito che l'incidente era molto grave. Nonostante i vari tentativi per rianimare Massimo, purtroppo non c'è stato nulla da fare, se non constatare il decesso dell’uomo. In volo si è alzato anche l’elicottero del 118, atterrato a Carbonare, ma purtroppo inutilmente: è ritornato indietro dopo poco tempo.

Massimo Buraschi era un imprenditore conosciuto e stimato a Castelmassa e non solo. Nel paese altopolesano Massimo aveva da tempo un’attività di falegnameria: si occupava di serramenti e tettoie in legno. Abitava a Castelmassa, in via Di Mezzo, insieme alla moglie Annalisa Rinaldi e alla figlia di 12 anni.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl