you reporter

Il bilancio del sindaco Girotto <br/> "E' stato un annus horribilis"

Gavello

51917
GAVELLO - Le feste sono anche sinonimo di bilanci di fine anno: per questo abbiamo intervistato il sindaco di Gavello, Diego Girotto, insidiatosi nel municipio a fine maggio 2014 con la sua lista Uniti per Gavello.

Siamo giunti a fine anno: quali sono le sue considerazioni sull'inizio del mandato?

“L'anno che sta terminando rappresenta, dal punto di vista finanziario, il cosiddetto ‘annus horribilis’. Quest’anno abbiamo avuto una concentrazione di fattori negativi che si sono sommati simultaneamente, mandandoci quasi in dissesto. Una sentenza per una causa di esproprio, iniziata nel 2005, ci è costata una follia e debiti fuori bilancio per oltre 80mila euro".

"Tornando a me ed alla mia esperienza, dopo un anno e mezzo mi sono fatto un’idea di quanto sia difficile amministrare un ente, ma soprattutto quanto sia difficile farlo bene. L’impegno mio e di tutti i miei consiglieri sta iniziando a dare i propri frutti, perché intravedo la possibilità anche per Gavello di riscattarsi e di diventare un Paese migliore. Siamo ancora su una strada in salita, ma insieme ce la possiamo fare”.



In merito ai progetti posti nel suo programma elettorale, come e in che tempi ne valuta il compimento?


“I progetti per Gavello sono progetti semplici ed attuabili. Dobbiamo restare con i piedi per terra e pensare a quello che si può fare con le poche risorse disponibili. Noi abbiamo bisogno di azioni concrete per rimettere in sesto lo stato di degrado che abbiamo trovato. E, soprattutto, non vogliamo adottare la politica dell’aumento delle tasse per finanziare i nostri progetti. La nostra politica ci vede impegnati nel concreto per la manutenzione del verde, per l’adeguamento della segnaletica stradale, per tentare di aiutare quante più persone nell’ambito del sociale. Nel corso di quest'anno siamo comunque riusciti a realizzare: la tinteggiatura della scuola dell'infanzia, sia internamente che esternamente, il rifacimento dei giardini pubblici".

"Già nel prossimo anno si dovrebbero iniziare importanti lavori, come l’installazione del guardrail sul tratto arginale del Canalbianco che va da Magnolina a Baricetta, il rinnovo della mobilia della scuola dell’infanzia, la riqualificazione di alcuni edifici comunali, la sistemazione degli spazi esterni al cimitero, la nuova sede della Protezione civile comunale e avviare il progetto di riqualificazione energetica che, tramite il Paes d’area, potrebbe rivelarsi la chiave vincente per le nostre aspettative di riammodernamento della pubblica illuminazione”.



Gavello l'ha scelta come strada del cambiamento: come vive questa investitura?


“Sono onorato di questo incarico e lo vivo con molto senso di responsabilità. Come ho già detto in più occasioni, la mia non è stata una scelta di carriera politica, ma una scelta di maggiore disponibilità per cercare di dare il mio contributo al nostro Comune”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl