you reporter

Gli abitanti di Frassinelle insorgono: "Viviamo ostaggi dei profughi"

Il caso

frassinelle[1].JPG

Il centro di accoglienza di Frassinelle

FRASSINELLE POLESINE - Un paese spaccato a metà. Da quella pista ciclabile che, fino a pochi mesi fa, univa le due realtà: Frassinelle e Chiesa. Perché quella pista è diventata off limits per i residenti. A maggior ragione, dopo le molestie subite, sabato, da una minorenne del luogo da parte di un richiedente asilo ospite di Corte Romana ([url"leggi l'articolo"]http://www.polesine24.it/Detail_News_Display/MedioAltoPolesine/profugo-molesta-una-ragazzina-espulso-dal-polesine1[/url]).



Non è il primo caso di questo tipo che viene segnalato - racconta Andrea, commerciante del piccolo comune polesano - è ora di prendere provvedimenti seri e definitivi. Non possiamo continuare ad avere paura a girare per le strade del nostro paese. Non è giusto”. “Non è questione di colore della pelle - spiega una signora impegnata in parrocchia - avrei paura anche se fossero bianchi. Sfido chiunque ad essere tranquillo quando cinque o sei persone che non conosci si avvicinano e iniziano a fare complimenti anche pesanti”.






Tutti i dettagli sulla Voce in edicola il 18 agosto




LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl