you reporter

E' morto don Ferruccio Frare

Il lutto: fu sacerdote a Castelmassa, Crocetta e Salvaterra

71922

Don Ferruccio Frare

E’ morto don Ferruccio Frare. 90 anni, molto conosciuto in Alto Polesine, e non solo, per la sua opera, era nato a Falzè di Piave, nel Comune di Sernaglia (Treviso) il 20 aprile 1926 da Angelo e Risera Costanza.



Dal 1953 al 1956 approdò nella diocesi di Adria e Rovigo e prestò servizio a Castelmassa. A fine mandato tornò a Vittorio Veneto e, con lo stesso mandato, a Caneva di Sacile. Il 13 agosto 1958 ritornò in Polesine e venne mandato a Crocetta, frazione di Badia Polesine, prima come vicario economo e dal 27 settembre 1958 come parroco. Per 12 anni si donò al servizio della comunità. La salute non lo sorresse e per qualche tempo ritorò in famiglia a Falzè di Piave. Rientrò in Polesine il 15 marzo del 1971 e, qualche mese dopo, venne nominato arciprete di Salvaterra, altra frazione di Badia Polesine.

Oltre al servizio pastorale, si impegnava per la soluzione dei problemi della comunità paesana, per la ristrutturazione della casa canonica, il rifacimento del tetto della chiesa e per il ricupero di Villa Pellegrini.



Quando le forze non lo sostennero più, tornò al paese prestando servizio nei paesi vicini. Ultimamente viveva nella Casa di riposo, conservando i rapporti con la chiesa polesana. A Natale, ricevette la visita del Vescovo e del Vicario generale. Si è spento nella notte tra venerdì e oggi sabato 18 febbraio.



Il funerale avrà luogo al paese natio, a Falzè di Piave, martedì 21 febbraio alle 15.30.



Il servizio nella Voce di domenica 19 febbraio.



LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl