you reporter

Perizia sul piromane

A Trecenta

73352

06/03/2017 - 14:00

E’ stato rinviato al 19 maggio il processo in rito abbreviato a Gianni Vecchini, il piromane di Trecenta accusato di essere l’autore di tre incendi dolosi a Ronce e Valdart (Belluno) nell'autunno scorso.


Venerdì, su richiesta della difesa, il giudice Vincenzo Sgubbi ha disposto l'incarico per la perizia psichiatrica sull'imputato, perizia che verrà esaminata a maggio quando dovrebbe arrivare anche la sentenza.



Il primo episodio risale alla notte del 19 ottobre 2016, quando andarono a fuoco un deposito di fieno e la stalla dell'azienda agricola Segat alle Ronce. Morirono una mucca dieci galline e sei conigli. Per questo motivo l'uomo è accusato anche di maltrattamento di animali, oltre che di detenzione abusiva di armi, visto che durante la perquisizione nella sua roulotte la volante ha trovato cinque cartucce da caccia non denunciate.

Poi altri due episodi, sempre nel Bellunese.



Vecchini, 41enne di origine veronese e residente a Trecenta vive in una roulotte in Nevegal. Le vittime dei roghi hanno deciso di costituirsi parte civile e di chiedere i danni per circa 90 mila euro.




I dettagli sulla Voce di Rovigo di oggi 6 marzo

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

La Voce di Natale
Natale con i nostri TESORI

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl