you reporter

Bosaro porta in comune il cinema di impegno con Suffragette

L'iniziativa

73794
Bosaro dedica il mese di marzo alle donne. Tra le molte iniziative legate al tema dell’uguaglianza tra i sessi, c’è da segnalare la proiezione del film [url"Suffragette"]http://www.mymovies.it/film/2015/suffragette/[/url], organizzata nel corso delle serie di incontri Bosaro in Rosa – Essenze di donna (non solo mimose). L’obiettivo della manifestazione è quello di raccontare, tramite voci femminili, i conseguimenti ottenuti nel corso della storia dalle donne, la cui forza e competitività sono sempre maggiormente riconosciute anche in ambiti ritenuti fino a oggi prettamente maschili.

[i]Suffragette[/i], realizzato nel 2015 dalla regista Sarah Gavron, vanta un cast di attrici straordinarie come Carey Mulligan, Helena Bonham Carter e soprattutto Meryl Streep, da sempre impegnata nelle battaglie per i diritti civili. Qui la troviamo nella parte di Emmeline Pankhurst, personaggio storico, una delle figure di rilievo dell’epoca e una delle icone della storia del femminismo. Senza naturalmente dimenticare la sceneggiatrice Abi Morgan, autrice della serie The Hours e di The [i]Iron Lady[/i], il film di Phyllida Lloyd sulla biografia di Margaret Thatcher.

Ambientato durante i primi decenni del secolo scorso, il film racconta, attraverso le vicende della lavandaia Maud Watts, la lotta del movimento femminista britannico per ottenere il diritto di voto per le donne. La giovane, interpretata da una Carey Mulligan in splendida forma, prende finalmente coscienza dopo essersi trovata per caso nel bel mezzo di una protesta suffragista e aver riconosciuto tra la folla la collega Violet Miller. La battaglia per il riconoscimento sarà lunga e dolorosa, ma porterà finalmente, nel 1918, il parlamento britannico a concedere il diritto di voto a tutte le donne maggiori di 30 anni, seppur con molte limitazioni. Soltanto nel 1928 il diritto verrà esteso a tutte le donne di età superiore a 21 anni, al pari dei coetanei uomini.

Oltre che una pellicola di notevole importanza storica, Suffragette è stato anche considerato dalla critica un buon film dal punto di vista artistico, grazie alla chiarezza dal sapore classico della regia, alla compattezza della sceneggiatura e al talento delle sue attrici. In modo particolare, emerge con forza e vigore la rabbia della regista Sarah Gavron, la cui indignazione sul tema ribolle dentro di lei sin dai tempi dell’adolescenza quando a scuola il tema del suffragio per le donne non venne mai affrontato. Lo sguardo della regista è ardito e non ha timore di soffermarsi su scene forti come le molestie che il capo di Maud le riserva o l’ostracismo a cui è destinata dopo la sua decisione di impegnarsi nella lotta.

Il film verrà proiettato il 15 marzo nella Sala Consiliare a partire dalle ore 21:00.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl