you reporter

Il fabbro di Villadose torna a seminare chiodi sulla strada

Atti vandalici

76666
Il pazzo dei chiodi ha colpito ancora. E via Zennaro, a Villadose, ieri si è trasformata ancora una volta in un campo minato, in cui automobilisti e pedoni devono muoversi con attenzione per evitare le "cambre" sull'asfalto.



I chiodi a tre o quattro punte realizzati artigianalmente costituiscono infatti una vera insidia per chiunque percorra la via per imboccare la statale. Finora le uniche vittime sono state le gomme di alcune auto, squarciate dai chiodi. Ma questo gesto folle potrebbe avere conseguenze ben peggiori, soprattutto nel caso in cui a finire in mezzo ai chiodi fosse una moto.



Scivolare su una cambra o fare una manovra azzardata per evitarne una potrebbero essere mosse fatali per chi è in sella alle due ruote, come sottolineano su Facebook alcuni cittadini, indignati di fronte a un gesto folle che, di tanto in tanto, torna a insidiare via Zennaro.



Un sabotaggio della strada con cui cittadini e autorità sono alle prese da più di un anno. L'estate scorsa erano state circa 15 le auto danneggiate dalle "cambre", fabbricate legando insieme quattro chiodi piegati in modo tale da avere sempre almeno una punta rivolta verso l'alto, qualsiasi sia la posizione in cui cadono sull'asfalto.



Si tratta, insomma, di strumenti progettati con cura allo scopo di distruggere gli pneumatici delle auto in transito. Il motivo che spinge il "fabbro di Villadose" a cospargere la strada di chiodi rimane, invece, un mistero. Mesi fa il sindaco aveva avanzato l'ipotesi di una vendetta contro l'asfaltatura della strada ([url"Leggi l'articolo"]http://www.polesine24.it/Detail_News_Display/MedioAltoPolesine/chiodi-a-tre-punte-sulla-strada-e-caccia-al-responsabile-[/url]).



Nemmeno sull'identità del responsabile è stato possibile far luce finora. I carabinieri, l'estate scorsa avevano ricevuto la segnalazione di notevoli quantità di chiodi acquistate nei negozi di ferramenta della zona, ma per smascherare il "fabbro" occorre beccarlo con le mani nel sacco.










LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl