you reporter

Caccia ai due banditi e all’arma

Bagnolo di Po

80904

23/05/2017 - 23:00

E’ caccia ai banditi che hanno terrorizzato un bambino di 10 anni, lunedì mattina, colpendolo con una mazza da baseball lunedì mattina.



Ed è anche caccia all’arma, perché di questo si parla: un bastone pare di plastica, di colore bianco, da quanto racconta il bimbo, che lo ha colpito ai fianchi, più di una volta.




Sono serrate le indagini dei carabinieri della compagnia di Castelmassa guidati da Andrea Pezzo, che in queste ore stanno ricostruendo i minuti di terrore che il bambino ha passato quando i banditi, apparentemente per una rapina, sono entrati in casa incappucciati e hanno messo a soqquadro tutta la casa, devastandola.


Tutte le piste sono seguite dai militari, che ovviamente partono da un racconto, quello dell’innocente bambino. Bisognerà tuttavia valutare se lo stress forte subìto dal piccolo in età da elementari facciano di lui un testimone tecnicamente “attendibile”.




Per questo presto il bambino potrebbe essere sentito in forma protetta e con un consulente che ne possa valutare la capacità di elaborare il vissuto e raccontarlo.



Dal racconto e dalle ipotesi fatte dai genitori sul gesto che ha tanto i contorni dell’atto intimidatorio, emerge anche un cellulare ricevuto dal romeno 40enne falegname come “compenso” per un prestito e che poi è risultato provento di una rapina.




L’indagine, dunque, potrebbe inserirsi in un’inchiesta più grande. Ma i carabinieri sono cauti e non rivelano nulla che possa inficiare le ricerche e gli accertamenti in corso.



Il servizio completo domani 24 maggio sulla Voce di Rovigo

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl