you reporter

Mille Miglia: in Polesine le proteste, nel ferrarese... velox a raffica

Il caso

81600

30/05/2017 - 21:25

di Pier Francesco Bellini

In Polesine, questa volta si sono limitati alle proteste e al "non li voglio mai più vedere sul territorio del mio Comune" pronunciato dal sindaco di Villamarzana.


Subito al di là del Po, invece, le auto delle Mille Miglia hanno ricevuto un trattamento decisamente meno tollerante.



E così ad un paio di settimane dal contestatissimo e pericoloso passaggio delle auto d'epoca, si scopre che in provincia di Ferrara più di un sindaco non ci ha neppure pensato a spegnere l'autovelox per lasciare correre le "vecchie signore".



Un esempio? Ad Argenta nel lasso di tempo in cui sono transitate le automobili
storiche, con ben poco rispetto del Codice della strada, la "macchinetta infernale" posta sulla Statale 16 ha fotografato la bellezza di 150 superamenti del limite di velocità. Mettiamo pure che in mezzo ci sia capitato qualche estraneo alla Mille Miglia, ma il conto resta... pesantissimo.



Oltre cento delle 300 vetture in gara si vedrà recapitare a casa la multa.



Per la cronaca, se uno supera di 40Km/h il limite (che in quel punto è dei 50 all'ora) la sanzione è di 531 euro più sei punti più la sospensione della patente. E per la notifica, la Polizia municipale ha tempo 90 giorni in caso di auto italiana e 360 giorni se straniera.



E quello di Argenta è solo un esempio, perché anche altri sindaci pare abbiano deciso di lasciare accesi i velox. Vade retro, Mille Miglia.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl