you reporter

Maxi-piantagione di marijuana <br/> alla sbarra cinque cinesi

Dopo il blitz

sequestro[1].JPG
VILLANOVA MARCHESANA - Un giro di droga gigantesco nascosto a tutti, ma individuato dai carabinieri della compagnia di Rovigo con la stazione di Crespino e il Norm. Un gruppo di cinesi aveva preso un rustico in mezzo alle campagne del polesine e lo aveva trasformato in una fabbrica internazionale di marijuana.



Si è aperto ieri il processo a cinque cinesi beccati dal blitz dei carabinieri. Da quelle 1600 piante trovate nella piantagione si sarebbero potute ricavare oltre 150mila dosi di marijuana per un giro d’affari complessivo di oltre un milione e mezzo di euro.



Il processo si è aperto con la contestazione di coltivazione, detenzione e traffico di sostanze stupefacenti, ma anche di furto di energia. Per alimentare questa industria della droga, infatti, il gruppo di cinesi si era allacciato abusivamente a una centrale Enel.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl