you reporter

Sono troppi in azienda: caccia ai colombi alla Bormioli

Bergantino

94376
Troppi colombi in azienda, parte la caccia autorizzata. Anzi, ordinata.
E’ stato istituito il piano di controllo per il contenimento della popolazione dei colombi nella ditta Bormioli Rocco spa. Con una ordinanza, il sindaco di Bergantino, Giovanni Rizzati, istituisce un piano per poter controllare e gestire la popolazione di colombi che si è creata all’interno di una delle aziende più importanti del territorio comunale.



“Dato atto che i piccioni riescono ad entrare nei locali più caldi, nonostante gli interventi di protezione adottati dalla ditta a mezzo di reti metalliche collocate a soffitto e presenza di doppie porte nelle vie di entrata e uscita - si legge nell’ordinanza - ritenuto che l’interesse concreto alla tutela dell’igiene e della sanità pubblica in ambito urbano appare prevalente rispetto a quello concernente la generale tutela che le norme apprestano alla fauna domestica o selvatica, considerato che risulta necessario ed urgente provvedere all’adozione di un atto che permetta alla ditta Bormioli Rocco spa di garantire requisiti di igiene della produzione a tutela della prevenzione di rischi sanitari, entro breve termine ordina con effetto immediato di attuare un controllo per il contenimento della popolazione di colombi”.



Per fare questo, la ditta dovrà nominare dei dipendenti che saranno addetti alla cattura dei piccioni che sfuggono al piano di disinfestazione, utilizzando reti metalliche, eventualmente somministrando loro appositi farmaci soporiferi.



Nel caso in cui alcuni colombi siano annidati in luoghi difficili da raggiungere potranno essere utilizzate armi a gas compresso di modesta capacità offensiva e pallini in piombo. Le carcasse degli animali dovranno poi essere smaltite conferendole a ditte specializzate nel settore. “E’ fatto assoluto divieto di utilizzo di armi da fuoco”, si legge ancora nell’ordinanza.
Stiamo parlando di una situazione che deve assolutamente essere risolta al più presto al fine di mantenere i requisiti di igiene all’interno dell’azienda e per fare questo pare non esista nessun altro metodo se non la cattura con gabbie in metallo e se necessario con l’uso di armi ad aria compressa.



Il servizio sulla Voce del 20 settembre

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl