you reporter

Sicurezza dei cittadini, le Ulss 5 e 7 collaborano col Suem

Melara e Bergantino

presentazione convenzione ulss 5 e 7 suem.JPG

La presentazione della convenzione

Cittadini sicuri grazie alla virtuosa collaborazione tra le aziende Ulss 5 Polesana e la vicina Ulss 9 Scaligera. Nella suggestiva cornice del palazzo municipale di Melara, tra i reperti delle civiltà terramaricole, si è chiusa la più lunga questione di sicurezza legata all’emergenza-urgenza nell’area più estrema del Polesine, quella dei comuni di Melara e Bergantino, che durava da ben 27 anni.



Grazie a una convenzione, le Centrali Suem 118 che servono i due comuni più estremi della provincia di Rovigo, Bergantino e Melara, hanno revisionato l’accordo di confine, garantendo ai cittadini delle due comunità l’arrivo, per le emergenze, di mezzi e personale in grado di accompagnare i pazienti nell’ospedale più vicino al loro domicilio.



A festeggiare l’esempio di eccellente sanità, di collaborazione tra enti, l’assessore regionale Luca Coletto, il collega polesano Cristiano Corazzari, Antonio Compostella e Nicola Girardi, rispettivamente direttori generali delle Ulss 5 e 7, insieme al direttore sanitario Edgardo Contato. Sicurezza e sussidiarietà, spiegano i sindaci dei due comuni coinvolti, Luigi Rizzati di Bergantino e Paola Davì di Melara: “Ora, l’accordo, che prende il via in maniera sperimentale in questi giorni, prevede la collaborazione tra servizi di urgenza ed emergenza, collocando il paziente nella divisione di Pronto soccorso più consona e vicina alle condizioni della persona, e privilegiando l’ospedale di Rovigo solo in casi di particolare gravità".



In pratica, il paziente, in alternativa alla precedente ospedalizzazione nelle unità di Pronto soccorso degli ospedali di Trecenta e Rovigo, viene condotto, dopo averne valutato attentamente la gravità, con i mezzi dell’Ulss 5 al Pronto soccorso di Legnago. “I mezzi inviati sul posto sono quelli in partenza da Trecenta e Castelmassa - spiega il direttore generale Compostella - la proficua sinergia risolve un problema molto sentito e annoso in Altopolesine, segnalato dai sindaci di Melara e Bergantino, che hanno rappresentato la necessità di assicurare un servizio di emergenza medica 118 che consenta l’accesso all’ospedale più vicino”.



Il servizio in edicola nella Voce di sabato 21 ottobre

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl