you reporter

"Al San Luca servizi con prestazioni ridotte"

Trecenta

trecenta.jpg
TRECENTA - Il Comitato Altopolesano dei cittadini per il “San Luca” si interroga ancora una volta sul futuro dell’ospedale di Trecenta. “A fine ottobre l’Ulss 5 presenta l’atto aziendale 2017, la programmazione della sanità provinciale per il futuro prossimo, senza nessuna consultazione preliminare dei sindaci, tutto già pronto, confezionato e approvato con una delibera del direttore generale adottata quello stesso giorno", scrive la portavoce Jenny Azzolini.



"I sindaci hanno potuto solo ascoltare la relazione del direttore generale. Questo è forse l’atto più presuntuoso di un direttore generale che già aveva dimostrato la sua difficoltà a confrontarsi (...). La sua presenza è stata richiesta dal sindaco trecentano il 23 febbraio ma solo a maggio è stata ‘concessa’ la partecipazione”. “Noi nell’Alto Polesine - aggiunge la nota - stiamo assistendo già da qualche tempo ad un’alternanza di inaugurazioni e riduzioni, spostamenti, riorganizzazioni. E sospensioni momentanee che magari, più o meno silenziosamente, diventano permanenti”.

Il servizio completo sulla Voce in edicola il 12 novembre

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl