you reporter

Il progetto: un maxi allevamento di maiali proprio sul Po

La protesta

101699
Chissà mai perché le fabbriche più pericolose, le discariche o gli allevamenti che nessuno vuole vicino a a casa finiscono sempre con l'essere posizionati proprio sul confine...



In questo caso parliamo di un progetto decisamente "notevole", sia come dimensione che come impatto. E’ infatti in fase di progettazione un maxi allevamento di suini a Zerbinate, nel Comune di Bondeno, a meno di 10 chilometri dal Po e dunque dal Polesine.



A lanciare l'allarme è stata la Leal (Lega Antivivisezionista), che contro un altro impianto di queste dimensioni (in questo caso un maxi allevamenro di polli e maiali) sempre nel comune di Bondeno (ma spostato verso la provincia di Bologna) ha già raccolto oltre 70mila firme.



Secondo gli animalisti la Biopig avrebbe intenzione di impiantare a Zerbinate un “insediamento di 50.000/60.000 suini su una superficie di 80 ettari.



Senza dimenticare che poco distante, a Burana, è già attivo un allevamento della stessa azienda con 20mila maiali (e tutto quello che ne consegue).



“Non si può neppure immaginare – scrive l’associazione – come potrebbe diventare il territorio due allevamenti da 50/60 mila animali l’uno. La logica del guadagno viene applicata alla produzione del biogas fattibile con gli allevamenti intensivi”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl