you reporter

La colf si fa "prestare" 50mila euro da un anziano, condannata

Tribunale

108105
La colf si fa "prestare" 50mila euro dall'anziano a cui fa i lavori in casa. Arriva la condanna per circonvenzione di incapace. Stamattina (10 gennaio) il giudice del Tribunale di Rovigo ha condannato a 2 anni e 3 mesi di carcere Sonia Gazzi, 42 anni, per aver convinto l'anziano a cui faceva i lavori domestici a darle dei soldi.



Tutto era iniziato nel 2005 quando l'anziano, che oggi ha 78 anni, si era rivolto ai servizi sociali del comune di Pontecchio, il paese in cui abita, perché aveva bisogno di qualcuno che gli faceva le pulizie in casa. Tramite una cooperativa convenzionata, i servizi sociali avevano individuato una signora dei dintorni, assegnandole il compito di assistente domiciliare.



Il problema sembrava essere stato risolto, ma nel 2012 il direttore dell’ufficio postale di Pontecchio aveva notato dei prelevamenti insoliti da parte dell’anziano, che fino a quel momento si era limitato a incassare soltanto la pensione. Dell’anomalia il direttore aveva messo al corrente il sindaco, che a sua volta aveva sollevato la questione alla giustizia.



Così la colf si era trovata alla sbarra degli imputati con l’accusa di circonvenzione di incapace perché, secondo la ricostruzione dell'accusa, avrebbe chiesto all’anziano, approfittando della sua fragilità cognitiva, un prestito di 50mila euro, che l’uomo avrebbe prelevato sia dal conto corrente bancario sia da quello postale. Una cifra che alla signora sarebbe servita per far fronte alle proprie difficoltà finanziarie.



Ma oggi per la 42enne è arrivata la condanna a 2 anni e 3 mesi di carcere, oltre al pagamento di 500 euro di multa e di 30mila di provvisionale.




LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl