you reporter

POLESINE

“Tra ville e castelli”: al via il secondo appuntamento

Il turismo sostenibile si sta imponendo sempre più come un vero e proprio 'must' per il Polesine

Al via questa mattina alla seconda tappa di “Tra ville e castelli”. Un secondo itinerario riservato ad addetti ai lavori anche se l’intenzione è quella di estendere il prima possibile la navigazione con opzione “bicicletta a bordo” anche a turisti, locali e non: da Bosaro si toccheranno Arquà Polesine, Villamarzana, Fratta Polesine e Pincara seguendo la Ciclovia del Garofolo, mentre sabato 4 luglio si percorrerà “La via dell’archeologia” con partenza dal museo dei Grandi Fiumi direzione Adria a bordo dell'imbarcazione, e rientro con percorso misto barca-bici con deviazione da Lama Polesine a Gavello seguendo la Ciclovia di San Beda.

Poco prima di partire alla volta del comune di Arquà, per una visita al castello medievale, l'inaugurazione del nuovo sottopasso ciclopedonale.

Quella del turismo sostenibile, fino a pochi anni fa realtà assolutamente di nicchia, si sta imponendo sempre più come un vero e proprio must e il Polesine, terra per eccellenza ricca di acqua e natura (con oltre 2000 tra fossi e canali per circa 4800 chilometri complessivi di argini) intende farsi trovare pronto per a questa nuova sfida che può rappresentare non solo un dovuto riconoscimento delle sue bellezze naturali e dei tanti siti culturali ma anche sviluppo e posti di lavoro per il territorio.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl