you reporter

FRASSINELLE POLESINE

Il velobox finisce nello scolo

Automobilista con il piede avvelenato o un vandalo che non aveva altro da danneggiare? Certo è che un velox annegato non si era ancora mai visto.

Il velobox finisce nello scolo

C’è chi li ha crivellati di colpi (è successo ad Adria) e chi li ha proprio scardinati a suon di calci e pugni (a Porto Viro), chi invece li ha dati alle fiamme (a San Bellino, lo scorso gennaio, era nuovo di zecca).

Non era ancora successo, che i vandali “anti-velox” scaraventassero il velox nel canale. E’ successo nella notte tra sabato e domenica, a Frassinelle Polesine, in via Romana.

Qui un velobox arancione - i dispositivi che possono contenere il rilevatore di velocità, ma anche essere vuoti - era sistemato sul ciglio della strada, proprio vicino allo scolo del depuratore, nei pressi di una stalla.

Sarà stato un automobilista con il piede particolarmente avvelenato, o un vandalo che non aveva altro da danneggiare a scaravanetare il velobox in acqua, certo è che un velox annegato non si era ancora mai visto (nella foto a sinistra).

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl