you reporter

Occhiobello

Una lezione contro gli sprechi

Comincia alla primaria “Carducci” il tour di Ecoambiente. Tante le domande degli alunni.

Imparare a riciclare, a suddividere i rifiuti, a ridurre l’utilizzo della plastica, a consumare preferibilmente i prodotti di stagione e a scambiare giochi con altri bambini, invece di scartarli.

Queste, e tante altre sfaccettature, sono emerse ieri mattina nel primo e interessante incontro promosso da Ecoambiente, che ha cominciato il tour nelle scuole del Polesine. Alla primaria “Carducci” di Occhiobello, sguardi incuriositi e molte domande degli alunni per Chiara Bassato, salita in cattedra con una lezione appositamente dedicata alla tematica ambientale. Tutti gli alunni hanno potuto assistere all'incontro voluto da Ecoambiente, con slide e disegni illustrativi.

Nella classe seconda, l’interesse è aumentato minuto dopo minuto, gli scolari hanno ascoltato con estrema attenzione, seguendo il viaggio di un peperone, che “fuori stagione”, finiva poi sulle tavole di Natale da un’altra parte del mondo. Un esempio ben compreso dagli alunni presenti, con Bassato che invita a consumare (il più possibile) frutta e verdura di stagione, per ridurre al minimo, quindi, il trasporto dai Paesi esteri e gli imballaggi, che poi possono inquinare. E aggiunge: “La carta si può riutilizzare, la plastica invece è più impegnativa e inquina maggiormente”.

Bassato, in seguito, ha posto l’accento sulla spesa consapevole e il riuso, invitando gli alunni ad accompagnare mamma e papà durante la spesa al supermercato, “per fare le scelte giuste e ridurre così gli sprechi”. Anche la fantasia può aiutare per rispettare l’ambiente. Per quanto riguarda ruspe e giochi, invece di buttarli, ok agli scambi con giocattoli di altri bambini e compagni di scuola. Bassato fornisce nuovi e preziosi esempi: “Le borse monouso vanno benissimo, si possono sempre riutilizzare. Anche i contenitori monouso. Quando possibile, sarebbe importante acquistare detersivi sfusi e ridurre così l’utilizzo di altri contenitori”.

Sono poi state pubblicate immagini forti, per sensibilizzare i giovani, di un uccello morto, pieno di tappi di bottiglia ingeriti. Questo per testimoniare che l’ambiente e gli animali vanno difesi e tutelati. Soffrono anche gli Oceani, nel Pacifico sono stati rinvenuti 100 milioni di tonnellate di rifiuti, una cifra pazzesca. E la slide ha fatto riflettere i bambini, che hanno posto ulteriori quesiti. Bassato ha sottolineato l’importanza delle tre “R”: riduciamo, riusiamo e ricicliamo.

Dalle 8 alle 12, quindi, Ecoambiente e la ditta specializzata Achab hanno spiegato ai ragazzi le tematiche ambientali. Il progetto, sostenuto dalla “Voce” come partner, ha già ottenuto l’adesione di 320 classi delle elementari in Polesine. Prevista anche la distribuzione, a tutti gli scolari, di un fascicolo di otto pagine, dedicato ai temi ambientali e alla raccolta di rifiuti.

Il viaggio itinerante di Ecoambiente è appena iniziato e raggiungerà moltissimi plessi della provincia. Stamattina slide e approfondimenti alla “Miani” di Rovigo, domani toccherà invece alla primaria di Lusia.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl