you reporter

Bosaro

Lo storico direttore delle Poste va in pensione

In paese dal 1990, Fabrizio Andreotti era diventato un punto di riferimento per tanti. “Tornerò per rivedere gli amici”.

Lo storico direttore delle Poste va in pensione

03/01/2019 - 09:27

Molto più di un semplice “ufficiale di Posta”. Perché in 28 anni passati dietro al vetro dello sportello dell’ufficio postale di Bosaro, Fabrizio Andreotti, dal primo gennaio in pensione, è diventato molto di più: un amico, un punto di riferimento per tutti i bosaresi, e non solo. 

Un impiegato, anzi un direttore, che è diventato anno dopo anno uno di famiglia per tutti quanti. Uno che, arrivato a Bosaro nel luglio del 1990 dopo cinque anni di esperienza in Posta maturata tra Castelguglielmo, Canda, Bagnolo di Po e San Bellino, ormai in paese conosce tutti quanti.

Da due giorni, nell’ufficio postale di via Padre Santi è finita un’epoca. Fabrizio Andreotti, dal primo gennaio, è uno splendido pensionato. Ha salutato tutti il giorno di San Silvestro. Anche se nel cuore dei bosaresi, ancora per molti anni, sarà ancora lui il titolare di quel posto, dietro al vetro dell’ufficio postale.

E viceversa. Perché 28 anni di vita e di passione per il proprio lavoro non si cancellano con un cedolino dell’Inps. “Certo che mi dispiace lasciare le Poste e Bosaro - confidava pochi giorni prima del pensionamento - ma dopo 33 anni è ora di dire basta. Ora mi dedicherò alla lettura, ma continuerò a venire a Bosaro, e qui in Posta, da cliente. Per rivedere la ‘mia’ gente e gli amici. Alla fine, qui ho tutto quanto”.

Il servizio completo sulla Voce in edicola giovedì 3 gennaio.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl