you reporter

San Bellino

"Irresponsabili, il potere italiano"

Ottima presenza di pubblico nel paese altopolesano

Alessandra Sardoni ha presentato a San Bellino giovedì sera il suo ultimo libro “Irresponsabili-il potere italiano e la pretesa dell’innocenza”.


L’evento, seguito da un pubblico attento che ha gremito la sala della biblioteca, è inserito nella rassegna “Incontri con l’autore” coordinata dalla Provincia di Rovigo in collaborazione con Aida, Ret@venti Cultura e sostenuta dalla Regione Veneto. Ad aprire la serata i saluti di Raffaele Campion, consigliere con delega alla cultura e presidente della biblioteca.

Alessandra Sardoni, presentata dal giornalista Riccardo Pavanello, ha parlato con grazia e competenza del modo di fare politica in Italia, sondando tutti gli aspetti ad esso attinenti dall’etica al rispetto delle istituzioni, dalla personalizzazione della politica al crollo dei partiti. Il percorso, che pone interrogativi e riflessioni di peso, è reso agevole nel libro dagli eventi riportati e raccontati con grande lucidità e a partire da fatti e documenti.

Ecco dunque che si snodano, come in una pellicola che narra questo tempo, le vicende della Diaz, le storie parallele di Maurizio Lupi e Annamaria Cancellieri, il conflitto irrisolto tra poteri, il problema degli esodati con relativa riforma delle pensioni e tutto il grande capitolo, ancora non raccontato in modo univoco, del 2011 i cui fatti politici interni ed esteri, sono narrati a partire da un intrigo internazionale; lettura che la Sardoni smentisce.

Ma ad attrarre per lucidità e verità di contenuti è l’aspetto dominante, quello che il titolo svela, ovvero la responsabilità politica che da nessun politico oggi viene assunta per rendere ragione ai cittadini, sempre più incerti e orfani di punti di riferimento, circa le scelte e le prese di posizione.

In Italia, come nel mondo, si è assistito al crollo dei partiti per elevare dalle loro ceneri il leader, il politico-guida che con il suo carisma determina il destino di un popolo, tuttavia questo accade, in Italia, a fronte di una perdita progressiva di una etica politica condivisa e di una non conoscenza del ruolo delle istituzioni, sia da parte dei politici che dei cittadini.

Sulla "Voce" di sabato 23 febbraio l'articolo completo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl