you reporter

Occhiobello

Qui l’erba si mangia il marciapiede

Il consigliere delegato Mollaroli: “Intervento già programmato, risolveremo il problema”

Qui l’erba si mangia il marciapiede

L’erba del vicino è sempre la più verde, ma quella di Santa Maria Maddalena sembra essere anche la più alta. A lamentarsi e a rendere nota la poco simpatica situazione, un residente che sulla pagina Facebook del gruppo “Sei di Santa se…” ha postato alcune fotografie che lasciano poco all’immaginazione con un altrettanto chiaro commento: “E’ bellissimo avere un paese pieno di verde dove superare il grigiore dell’asfalto, creando quella nota di colore che spezza letteralmente la monotonia - si legge - bisogna curarlo e salvaguardare lo stato di marciapiedi, reti fognarie ma anche i nostri parchi, seppur piccoli come quello in foto, nei quali i bambini possano giocare liberamente e non solo a nascondino”.

Un commento ironico ma estremamente limpido e senza giri di parole. Immediata la reazione di molti compaesani che, solidali con l’ideatore del post, si lamentano delle condizioni di molte delle zone del paese, chiedendo all’amministrazione di intervenire al più presto. “Già, tutto vero - risponde un altro residente - io ho segnalato la cosa più volte ma la situazione non cambia. Non so se mancano i fondi per questo servizio ma sembra che il degrado in paese sia diventato normalità, anche per altre cose. E’ cambiata l’orchestra ma per alcune cose la musica non è cambiata”. Il riferimento è al recente cambio della guardia sulla poltrona di primo cittadino dove, al precedente sindaco Daniele Chiarioni, ora siede Sondra Coizzi.

Oltre ai parchi comunali, l’erba alta sembra essere presente anche in via Michelangelo, via Dossetti e in altre zone del paese. Un residente spiega che “i tagli sono programmati e sono otto tagli in tutto per quest’anno ed erano già programmati prima delle elezioni”. Per cercare di chiarire meglio la situazione, confermando il fatto che gli sfalci erano già decisi programmati, ha risposto con cognizione di causa il consigliere con delega al decoro urbano e mobilità ciclo pedonale Mirko Mollaroli che ha spiegato come gli sfalci “sono programmati. Cerchiamo comunque di risolvere il problema in tempi brevi”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: 354ª Fiera di Lendinara
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl