you reporter

LUSIA

Squillo di gioia: “Guarire si può”

Telefonata di speranza da un residente contagiato. L’appello del primo cittadino Prando: “Rimanete a casa”.

Squillo di gioia: “Guarire si può”

Una telefonata di speranza. E’ quella ricevuta dal sindaco Luca Prando dal cittadino di Lusia risultato positivo al coronavirus.

“E’ stata la telefonata più bella ricevuta nell’ultimo periodo - racconta Prando - possiamo affermare che dal Covid-19 si può guarire e questo grazie all’impegno e alla professionalità dei nostri medici e di tutto il personale sanitario che da giorni stanno facendo turni di lavoro estenuanti”.

“Vi invito - l’appello di Prando - ad onorare e rispettare coloro che mettono a repentaglio la loro salute a servizio della cittadinanza seguendo rigorosamente le indicazioni e le restrizioni impartite dal governo con il semplice sacrificio di rimanere a casa”. E aggiunge: “Ascoltiamo quotidianamente dalla tv e leggiamo sui social media appelli di rimanere a casa, che purtroppo non tutti rispettiamo. Sì, lo so, una gran fatica ma dobbiamo farlo! Tutti!”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl