you reporter

SAN MARTINO DI VENEZZE

Sfruttati nei campi del Polesine: cinque richieste di rinvio a giudizio

Ora per le persone indagate si attende il passaggio successivo davanti al gip

caporalato carabinieri.jpg

Caporalato, una piaga dell'agricoltura

Associazione a delinquere finalizzata allo sfruttamento del lavoro. E’ l’accusa con cui il pm di Padova Marco Brusegan si appresta a chiedere il rinvio a giudizio per cinque marocchini, che utilizzavano il caporalato tra San Martino di Venezze, Cavarzere e la Bassa Padovana. Le indagini appena concluse riguardano Mohamed El Ayat, 30 anni, titolare di un'impresa agricola, Mounir El Asri, 34enne, e Radouane Akrouche, 37 anni, residenti a San Martino di Venezze, Mohamed El Asri, 55 anni, di Anguillara, e Youssef Jellal, 27 anni, di Bagnoli. L’indagine è partita proprio tra Cavarzere e San Martino di Venezze ed è stata nominata “Miraggio”, dai carabinieri, proprio per il fatto che dietro il miraggio di un contratto, i manovali erano disposti a tutto, pur di lavorare e avere il permesso di soggiorno.

Angherie, ore ed ore a lavorare sotto il caldo cocente senza poter bere, i caporali portavano nei campi i lavoratori e pagavano gli stipendi, ma chi si ribellava veniva allontanato, senza alcuna tutela, senza rispetto per la vita umana.

Ora per le persone indagate si attende il passaggio successivo davanti al gip per il rinvio a giudizio.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl