you reporter

OCCHIOBELLO

Progetto Parla con me, nonni e ragazzi si raccontano

I rapporti intergenerazionali tra giovani e anziani, tenuti insieme anche grazie al digitale

Progetto Parla con me, nonni e ragazzi si raccontano

I rapporti intergenerazionali tra giovani e anziani, tenuti insieme anche grazie al digitale. Il progetto Parla con me, promosso da Ancescao e che ha coinvolto il centro Azzurro assieme alle classi primarie e secondarie di Occhiobello, è stato riconvertito durante la pandemia mantenendo l’obiettivo di fondo: fare parlare e scoprire reciprocamente generazioni di adolescenti e nonni. L’attività di animazione sociale su cui Parla con me era stata progettata, dopo i primi mesi di confinamento, è stata realizzata ricorrendo a materiali multimediali e canali digitali. Giovani e anziani si sono conosciuti tramite le videochiamate favorendo, quindi, l’inclusione e il superamento del rischio di emarginazione, soprattutto alla ripresa dell’emergenza pandemica.

Le relazioni, quindi, non si sono perse, ma hanno trovato un altro luogo in cui avvenire: giovani e anziani hanno potuto interagire parlando di bullismo, cyberbullismo e come proteggere i nonni dal Covid.

Il progetto Parla con me si è concluso al centro azzurro di Occhiobello alla presenza degli assessori Lorenza Alberghini (Politiche sociali), Lorenza Bordin (Politiche giovanili), della presidente del centro Azzurro Serenella Mazzetti e Tonino Franceschetti, consigliere nazionale Ancescao.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl