Cerca

FRATTA

Addio Rosalia, regina delle camicie

Il suo laboratorio, sinonimo di eleganza, ha dato lavoro a tantissime ragazze del paese

Addio Rosalia, regina delle camicie

La comunità di Fratta Polesine perde una delle sue più significative figure di imprenditrici artigianali: si è spenta Rosalia Belcaro, 89 anni, vedova di Dorino Baldo. La storica artigiana, di origine patavina essendo nativa di Este, all’inizio degli anni ’60 con il marito e i cognati aveva gestito un noto e rinomato laboratorio di camicie, rimasto attivo fino alla metà degli anni ’90. La sua passione e la creatività avevano permesso alla struttura di dare occupazione a molte ragazze non solo di Fratta ma anche dei paesi limitrofi, insegnando loro l’arte del taglio e del cucito che Rosalia con tanto entusiasmo e pazienza impartiva.

Con il passare degli anni l’azienda era diventata famosa non solo in tutto il Polesine ma anche nella vicina provincia di Ferrara, soprattutto per l’originalità dei capi che venivano realizzati. In paese poi la camicia che usciva dal laboratorio della signora Rosalia era un evidente segno di eleganza e festa, sia che fosse portata con cravatta o meno. Tutti in paese ricordano come, a mezzogiorno o nel tardo pomeriggio, un fiume di biciclette uscisse dal laboratorio con le giovani operaie in festa.

Una cosa va riconosciuta alla intraprendente artigiana di Fratta: Rosalia, per tenere ancor più unite le sue dipendenti, era promotrice di varie escursioni turistiche durante l’anno. Negli ultimi anni purtroppo una inesorabile malattia ha ridotto le sue capacità funzionali spegnendola, dopo aver fatto numerosi sacrifici, lentamente. Rosalia lascia i figli Emanuela, Beatrice e Samuele.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy