Cerca

Arquà Polesine

Alla Croce Rossa il premio speciale a 70 anni dall'alluvione

Celebrazioni e consegna dei riconoscimenti agli studenti che hanno realizzato elaborati a tema.

Alla Croce Rossa il premio speciale a 70 anni dall'alluvione

Si sono concluse le celebrazioni del 70esimo anniversario della “rotta del Po 1951”, in castello ad Arquà Polesine.  Sabato scorso, la prima parte dell’evento è stata dedicata all’assegnazione di borse di studio a ricordo dell’alluvione. Gli elaborati effettuati da parte delle scuole secondarie di primo grado sono stati premiati con borse di studio rispettivamente di 500, 300 e 200 euro, messi a disposizione dall’associazione Polesani di Varese, oltre a quattro maglie originali messe a disposizione dal presidente del Coni Giovanni Malagò.

 Prima classificato Gioia Gianesella (Costa di Rovigo), seconda classificato Giada Borile (Villanova del Ghebbo), terzi ex aequo Andrea Lazzarin (Fratta Polesine) e Leonardo Braggion (Arquà Polesine). 17 menzioni speciali: Gabriele Fratello, Noemi Secchieri, William Fei, Camilla Prando, Aurora Marcomin (Fratta Polesine); Rocco Ferro, Nicole Rusca, Anna Rubello, Giulia Marocco (Costa di Rovigo); Aurora Fioratti, Davide Facchini, Sofia Zampollo, Giacomo Toso (Villanova del Ghebbo); Irene Panizza, Giovanni Turolla, Sofia Albieri, Nicholas Antinarella (Arquà Polesine). Alla premiazione erano presenti le insegnanti Monica Brenner, Maura Ganzaroli, Michele Donà, Sara Bertolin, Riccardo Guaratto, Licia Marzolla, Orvieta Zanollo e Maria Cristina Rossi.

 Alla scuola primaria di Arquà Polesine è stato assegnato un premio speciale “Vittorino Vicentini”, una donazione da parte dei figli David e Chiara, per il toccante interesse e per il lavoro di elaborazione della memoria dei ragazzi delle classi quarta e quinta. Hanno ritirato il premio le insegnanti Loredana Spada, Evelyn Trevisan, Luisa Astori.

 A conclusione dell’evento è stato consegnato il premio “Vittorino Vicentini”, istituito quest’anno per la prima volta dal Centro studi etnografici omonimo. La scelta è caduta sulla Croce Rossa polesana per il suo impegno e dinamismo profuso durante l’emergenza sanitaria. Il premio è stato ritirato dal Consigliere di Croce Rossa italiana Comitato di Rovigo Graziano Cagnin.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy