you reporter

Mensa scolastica<br/>Ziosi attacca, Fuso respinge

fuso[1].JPG

L'assessore alla scuola Silvia Fuso replica a Raffaele Ziosi

La risposta della sua giunta, non convince il consigliere Ziosi. Nell’ultimo consiglio comunale è stata discussa l’interrogazione presentata dal consigliere di maggioranza, in quota Pd, Raffaele Ziosi, che chiedeva chiarimenti in merito ai metodi di valutazione del servizio mensa scolastica. “Come ho avuto occasione di dire nella replica durante la seduta del consiglio comunale – spiega Ziosi - la risposta dell’assessore Fuso non mi ha soddisfatto”. Il consigliere ha ricordato che dietro l’interrogazione ci sono comunque alcuni rappresentati di classe e alcuni genitori piuttosto critici nei confronti del servizio mensa.
“Credevo che l’interrogazione in consiglio comunale potesse rappresentare una buona occasione per rendere pubblico quello che di positivo si sta facendo - afferma il consigliere di maggioranza – e gli eventuali ulteriori buoni propositi per il futuro, Invece i ben oltre 20 minuti di replica dell’assessore Fuso non hanno risposto alle domande”.
Da parte sua l’assessore Silvia Fuso replica che “la qualità del servizio mensa viene percepita tramite i dati forniti dalla ditta appaltatrice riguardanti la percentuale di scarti dei piatti dei bambini e non come afferma Ziosi, su un’occhiata nei piatti a fine servizio”. “E all’ultima riunione del comitato mensa i risultati dei questionari sono stati illustrati in consiglio comunale - prosegue - il tipo di controllo ulteriore che può fare l’amministrazione sarebbe quello di affidare un controllo più dettagliato e scientifico ad una figura specialistica e adeguatamente formata e con requisiti certificati. Questa soluzione avrebbe chiaramente un costo che andrebbe ad incidere sul costo totale del servizio mensa. Quando la questione è stata posta al comitato mensa, questo non si è dimostrato così favorevole nel momento in cui si è parlato di costi. Il nucleo di valutazione citato da Ziosi è, di fatto, il comitato mensa i compiti di questo comitato sono delineati dalle linee guida, ma possono essere regolamentate anche dal comune: se questa dovesse essere la volontà della maggior parte dei rappresentanti di classe, l’amministrazione non ha alcun problema a procedere”.


LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl