you reporter

Outlet di Occhiobello <br/> nuova battaglia legale all'orizzonte

outlet[1].JPG
Adesso che il Tar ha detto “sì” l’outlet potrà aprire tranquillamente i battenti? Forse li aprirà, sul tranquillamente, però, non ci metteremmo le mani sul fuoco. I legali dei “ricorrenti”, vale a dire di chi non ritiene rispettata la procedura per l’apertura, non sembrano per nulla intenzionati a deporre le armi. Anzi. Nel dispositivo della sentenza del Tar - a loro parere - non mancano i motivi per predisporre un ricorso al Consiglio di Stato, e al tempo stesso potrebbero essersi aperti gli spiragli per chiedere un nuovo pronunciamento del Tribunale amministrativo, questa volta basandosi proprio sulle loro conclusioni.
Appurato che la sentenza del Tar ha stabilito che le autorizzazioni rilasciate dal Comune restano valide in base a quanto stabilito dalla legge regionale sul commercio in quanto rilasciate prima dell’entrata in vigore della nuova legge, a questo punto - secondo i legali - è proprio il “titolo” finale, prorogato o meno che sia, ad essere decaduto in quanto, al momento, non ancora utilizzato. Fuor di metafora - è la spiegazione - le autorizzazione ritenute valide dal Tar sono confluite in un’altra autorizzazione, rilasciata in un secondo tempo, mai attivata e che, temporalmente, ricade in toto sotto i dettami della nuova legge regionale.
Insomma: in caso di apertura fuori tempo massimo potrebbe scattare un nuovo ricorso.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Scuola chiuse sino al 9 marzo
CORONAVIRUS IN POLESINE

Scuole chiuse sino al 9 marzo

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl